Recensione Thronebreaker: The Witcher Tales: finalmente anche su iPad!

Lorenzo Delli

Usciva circa 2 anni fa su PC, debuttando nel frattempo anche su console. CD Projekt RED ha finalmente deciso di espandersi anche ai dispositivi mobili iniziando con iOS. Una mossa che ci è parsa scontata, visto il recente debutto di GWENT su Android e iOS! In ogni caso da qualche giorno potete acquistare Thronebreaker: The Witcher Tales anche sull’App Store di Apple per iPhone e iPad e siamo qui per darvi le nostre impressioni a riguardo.

Prima però un rapido riassunto di quanto offerto dal gioco.  Thronebreaker: The Witcher Tales non è un classico gioco di carte collezionabili: è un’avventura con dialoghi e scelte, è un gestionale, è un puzzle game, ed è anche un’ottima scusa per calarci nuovamente nell’universo di The Witcher. E dulcis in fundo, è l’esperienza single-player perfetta per tutti i fan di GWENT.

LEGGI ANCHE: Tutto su Cyberpunk 2077

Alla sua realizzazione hanno lavorato alcuni degli sviluppatori coinvolti in The Witcher 3. Il gioco segue le gesta di Meve, veterana di guerra nonché regina dei due reami del nord, Lyria e Rivia (ogni riferimento al buon Geralt non è affatto casuale). Meve, in vista dell’imminente invasione dei nilfgaardiani, dovrà entrare in guerra per salvaguardare i suoi regni. Per introdurci alle vicende, avremo inizialmente a che fare con una strana banda di banditi mascherati e con la classica apparizione di mostri e creature attirate dai cadaveri che, in un altro contesto, avrebbero richiesto l’intervento di un Witcher. Ci troveremo quindi a controllare la stessa Meve sulla mappa di gioco in stile strategico/RPG isometrico. Su iPhone e iPad il tutto è ovviamente gestito con tocchi singoli o prolungati. Le battaglie invece si consumeranno a colpi di GWENT.

Thronebreaker vi guida comunque per mano per le prime ore di gioco introducendovi a tutte le meccaniche del gioco di carte integrato in The Witcher 3, comprese le più elementari, risultando piacevole e divertente anche per chi ci si approccia per la prima volta. Sì perché il gioco di carte collezionabili di CD Projekt si discosta, e neanche di poco, dai classici canoni del genere, proponendo regole diverse e un approccio strategico appunto desueto. Vi troverete a collezionare qualcosa come 250 diverse carte, e il bello sarà come al solito scoprire le varie sinergie che intercorrono tra loro. Ovviamente le sbloccherete mano a mano che procederete lungo la campagna di gioco. A proposito della campagna, se alcune missioni ricalcheranno classiche partite a GWENT 1vs.1, altre vi proporranno dei veri e propri puzzle da risolvere solo con determinate carte e solo seguendo una procedura specifica che dovrete scoprire. Il tutto si baserà come al solito sulla sinergia tra le carte e sui vari effetti che innescano giocandole in determinati momenti. In ogni caso, per capire se lo stile di gioco fa per voi potete appunto scaricare gratuitamente GWENT dall’App Store e farvi un po’ di partite.

Cosa dire quindi a riguardo del port per iOS? Per cominciare che è praticamente impeccabile. La grafica è al livello della controparte PC e console. I fondali sono di alta qualità e i campi di battaglia sono animati e carichi di dettagli. I disegni stessi delle carte risultano animati, dando al tutto un tocco di movimento che, in un gioco di carte, non guasta mai. I controlli touch sono alquanto intuitivi, in parte ereditati dallo stesso GWENT, in parte pensati per la gestione della fase di esplorazione. In ogni caso è il gioco stesso a spiegarvi il tutto mano a mano che avanzate. Ad accogliervi troverete poi tre diversi livelli di difficoltà, la possibilità di collegare il gioco a GWENT per riscattare ricompense esclusive, completa localizzazione in italiano (sia doppiaggio che testo).

9.0

Giudizio Finale

Alziamo leggermente il voto della versione iOS (rispetto a quella PC) per due semplici motivi. Il prezzo di acquisto, 10,99€ in Italia, è inferiore a quello richiesto su PC. Ciò nonostante il port non sacrifica nulla, proponendo una versione del gioco completa di tutte le feature già viste su PC. Tutto funziona in modo impeccabile, come tra l’altro confermato dalle recensioni degli acquirenti della prima ora. Forse giocarci su certi iPhone caratterizzati da schermi più piccoli potrebbe risultare più impegnativo, ma quello dipende anche dai vostri gusti ed esigenze. Portare il tutto a termine richiederà ore e ore di gioco, e come se non bastasse ci sono tre diversi livelli di difficoltà e svariati finali da sbloccare. Se siete anche solo minimamente appassionati del genere e portata la serie The Witcher nel cuore, è un acquisto praticamente obbligato.

Thronebreaker iOS Trailer

Screenshot