Clash Royale supera i 3 miliardi di dollari in ricavi, e non è nemmeno il gioco Supercell più redditizio! (foto)

Giovanni Bortolan

Continua imperterrito, a quattro anni di distanza dal lancio ufficiale, il successo di Clash Royale, gioco per smartphone sviluppato da Supercell che tanto ha ispirato altre case di sviluppo in questi anni. Dal 2016, lo strategico in tempo reale ha fruttato a Supercell la bellezza di 3 miliardi di dollari, secondo solamente a (guardacaso) Clash of Clans. A dirlo sono le ultime stime pubblicate da Sensor Tower, che classificano i primi 5 giochi di Supercell in ordine di guadagni generati.

Chiudono questa top 5 Hay Day (1,4 miliardi), Boom Beach (887 milioni) e Brawl Stars (757 milioni). Il mercato principale di tutti questi titoli è, con poca sorpresa, quello degli Stati Uniti d’America. In totale infatti gli USA hanno contribuito per 925,4 milioni di dollari, seguiti da Germania (266,7) e Cina (204). Ragionando in termini di piattaforme sono 1,6 i miliardi derivanti da versioni App Store e 1,4 miliardi da Play Store, quest’ultimo tuttavia ha registrato un numero di gran lunga maggiore di download; la ripartizione fra i due infatti è del 73,7% a favore dello store di Google.

LEGGI ANCHE: iOS 14 provato: non è solo una questione di widget (video)

Tutto questo significa che Clash Royale e fratelli sono ancora tra i titoli più redditizi? Se dovessimo guardare solamente in data odierna assolutamente no. Il titolo nel mese di giugno si è infatti posizionato 63esimo (un risultato comunque dignitoso per un gioco mobile di 4 anni fa). La vera forza di Supercell è sempre stata quella di riuscire a proporre il gioco giusto al momento giusto, molte volte facendo scuola.

Fonte: Sensor Tower
  • Renato

    Vergognoso che in Italia e in Europa nessuno faccia nulla per le centinaia di migliaia di minori che buttano soldi, spesso ad insaputa dei genitori, per un gioco palesemente truccato e creato x durare anni se non acquisti