OPPO svela la nuova ricarica super-rapida: da 0 a 100% in 20 minuti (foto)

Lorenzo Delli

OPPO annuncia oggi nuove tecnologie per la ricarica rapida che puntano sulla velocità e sulla compattezza. E c’è anche un nuovo alimentatore super-compatto che si appresta ad arrivare sul mercato. Pensate che solo a giugno 2020, OPPO ha depositato oltre 2.800 brevetti globali per la ricarica flash. Conviene procedere per gradi e scoprirle tutte le novità una a una.

125W Flash Charge

Iniziamo dalla nuova tecnologia di ricarica flash OPPO da ben 125W. Da quanto dichiarato da OPPO, è in grado di caricare una batteria da 4.000 mAh fino al 41% in 5 minuti e di caricarla completamente in soli 20 minuti. Dal 41 al 100% rallenta volutamente per non andare a incidere sul tempo di vita della batteria. La nuova tecnologia è compatibile con i precedenti protocolli di carica flash SuperVOOC e VOOC di casa OOPO, e supporta anche protocolli quali 65W PD e 125W PPS. Tra le accortezze che sfrutta ci sono da annoverare ben 10 sensori addizionali di temperatura che monitorano lo stato di carica, mantenendo il tutto intorno ai 40° massimo.

65W AirVOOC wireless flash charge

Passiamo adesso ad una nuova base di ricarica wireless super-rapida. Se volete appunto un dispositivo in grado di ricaricare in tempi rapidi senza l’ausilio di fili, la nuova tecnologia di OPPO dovrebbe risolvere il problema. Sotto il cofano nasconde la tecnologia della pompa di carica isolata auto-prodotta e la progettazione parallela a doppia bobina, tecnicismi che si traducono, molto semplicemente, in una maggiore efficienza di ricarica wireless. Da un punto di vista temporale, riesce a caricare completamente una batteria da 4.000 mAh in soli 30 minuti. È compatibile con lo standard Qi.

OPPO ha presentato un primo concept di base di ricarica in grado di sfruttare tale tecnologia caratterizzato, tra le altre cose, da una lastra di vetro. Il concept sfrutta un refrigeratore a semiconduttore nella parte inferiore per regolare il calore in entrata e in uscita, in modo da mantenere basse le temperature del dispositivo durante la ricarica.

Caricabatterie High-power ultra-small

Veniamo a quello che è il vero piatto forte delle novità presentate da OPPO. Se quelle elencate finora sono tecnologie che verranno sfruttate in futuro per la realizzazione di dispositivi, i nuovi caricabatterie High-power ultra-small sono invece dispositivi pronti ad arrivare in commercio.

Si tratta del più piccolo e sottile mini-caricabatterie SuperVOOC da 50W al mondo. Pensate che vanta una dimensione complessiva simile a quella di un porta biglietti da visita. Lo spessore ammonta a 1,05 cm! Il caricabatterie mini SuperVOOC da 50W è compatibile con i protocolli VOOC, supporta protocolli diffusi come 27W PD e 50W PPS, e può caricare una varietà di dispositivi tra cui telefoni cellulari e laptop. Un dispositivo pensato insomma per chi viaggia molto e non vuole portare con sé alimentatori ingombranti!

Gli ingegneri di OPPO hanno progettato un’architettura rivoluzionaria per il mini-caricabatterie SuperVOOC da 50W e hanno ridotto le dimensioni dei componenti che occupano il maggior spazio utilizzando un nuovo design topologico. Ciò fornisce una conversione di potenza altamente efficiente rimuovendo il condensatore elettrolitico convenzionale e introducendo la carica ad impulsi, la prima nell’industria, i diodi di bloccaggio ad alta potenza di tipo aeronautico e la tecnologia di alimentazione a commutazione ad alta frequenza GaN, per ottenere infine la miniaturizzazione dei caricabatterie ad alta potenza.

Basato sulla tecnologia di questo mini alimentatore c’è anche il nuovo mini-flash charger OPPO da 110W, sempre particolarmente compatto (occupa soli 35,76 centimetri cubi di volume), simile ad un normale caricabatterie da 18W con tutto il vantaggio però della tecnologia OPPO e dei 110W. Su questo però ci sono un po’ meno dettagli. Se quello da 50W è praticamente pronto al commercio, come testimoniano le varie immagini che vi proponiamo nella gallery sottostante, quello da 110W è più un concept (per ora).