Chiamate addebitate al destinatario: addio all’opzione TIM che resisteva da quasi 20 anni

Edoardo Carlo Ceretti Dal prossimo 14 settembre, TIM Pay for Me non sarà più disponibile.

Gli squattrinati di inizio millennio probabilmente se la ricordano ancora l’opzione Pay for Me di TIM, che consentiva di effettuare telefonate gratis verso numeri fissi o mobili, grazie all’espediente di proporre l’addebito al destinatario. Correva l’anno 2002, quando l’operatore aprì le porte a questa opzione, capace di resistere all’avvento degli smartphone e delle offerte tutto incluso dai prezzi sempre più stracciati. Ma ormai il capolinea è vicino.

TIM ha infatti annunciato che, a partire dal 14 settembre 2020, dopo ben diciotto anni di onorato servizio, Pay for Me chiuderà i battenti e non sarà più disponibile, a causa probabilmente del sempre più esiguo numero di utenti che ne facevano ricorso.

LEGGI ANCHE: Migliori Offerte TIM

Per sfruttare il servizio, occorreva digitare – prima del numero del destinatario – la sequenza 4088 oppure *111*, se la chiamata era indirizzata a numerazioni TIM, Wind o Vodafone, e sperare che il destinatario accettasse la telefonata a proprio carico. Una prassi d’altri tempi, ormai prossima alla meritata pensione.

Via: Mondomobileweb