Google Pixel Buds sbarcano oggi in Italia sul Google Store: prezzo e dettagli salienti

Lorenzo Delli

Presentati da Google lo scorso ottobre, i nuovi auricolari Google Pixel Buds sbarcano oggi in Italia. Tra le caratteristiche salienti evidenziati da Google ci sono l’audio di alta qualità, il design minimale capace di adattarsi all’orecchio grazie alla conformazione salda e confortevole e funzionalità di intelligenza artificiale pensate per aiutarvi.

La stessa Google ha poi raccolto una serie di punti di forza dei nuovi auricolari in base all’esperienza del team che si è occupato della loro realizzazione.

  • Iniziare è facile con l’Accoppiamento rapido – “Ho sempre usato delle cuffie con filo perché mi preoccupava la connettività Bluetooth, dato che molti auricolari hanno problemi di accoppiamento, inclusi i Pixel Buds originali. Con i nuovi Pixel Buds ci siamo concentrati sul miglioramento dell’Accoppiamento rapido per eliminare questi problemi e consentire una facile connessione con il telefono.” – Ethan Grabau, Product Manager
  • Chiamate nitide grazie a un sensore e microfoni speciali – “Per garantire telefonate nitide, anche in ambienti rumorosi o in presenza di vento, i Pixel Buds combinano i segnali provenienti dai microfoni beamforming e da un sensore speciale che rileva il movimento della mandibola.” – Jae Lee, Audio Systems Engineer

  • Suono adattivo per un audio migliore  – “La funzionalità Suono adattivo regola leggermente il volume per compensare un rumore improvviso nell’ambiente, per poi tornare al livello normale una volta sparito. Funziona un po’ come la luminosità automatica dello schermo del telefono: si adatta momentaneamente a ciò che ti circonda per semplificare l’uso del dispositivo.”  – Frank Li, UX Engineer
  • L’aiuto dell’Assistente Google con i comandi vocali – “Quando lavoro in giardino e indosso i guanti, posso controllare la musica con un semplice “Ok Google” ai miei Pixel Buds. Posso anche ascoltare le notifiche e rispondere a un SMS usando semplicemente la voce e l’Assistente Google.” – Max Ohlendorf, Technology Manager

  • Traduzioni in tempo reale con la modalità conversazione  – “Volevamo capire come usare Google Traduttore sui Pixel Buds per ridurre le barriere linguistiche. Era importante rendere la conversazione il più naturale possibile anche con l’uso del telefono, così abbiamo deciso di creare l’interfaccia utente a schermo diviso per mostrare esattamente ciò che veniva detto e traducendolo in tempo reale sullo schermo con la modalità conversazione.” – Tricia Fu, Product Manager
  • Tranquillità con la funzione Trova il mio dispositivo – “Il timore di perdere degli auricolari costosi esiste e spesso è una delle ragioni per cui le persone non vogliono provarli. Abbiamo cercato di minimizzare questa paura con la funzione “Trova il mio dispositivo”. Se un auricolare ti cade mentre cammini o corri, te ne accorgi subito. Ma se tornando a casa li appoggi distrattamente da qualche parte, potresti non ricordare dove li hai messi. Per questo abbiamo integrato la possibilità di far squillare gli auricolari direttamente dal telefono.” – Alex Yee, Interaction Designer

Spesso si accusa i team di sviluppo hardware/software di non provare a sufficienza i prodotti prima di rilasciarli sul mercato. Non sembrerebbe questo il caso.

Uscita e prezzo

Come già accennato, i Pixel Buds sono disponibili da oggi sul Google Store italiano nella colorazione bianca a 199€. Li trovate seguendo questo link.

Video di presentazione

  • Okazuma

    Vorrei capire perché da noi costano 200 euro mentre in USA costano 180 Dollari……

    • Emiliano Pollazzon

      In Usa bisogna sempre sommare le tasse. E ogni stato (degli USA) ha tariffazione diversa. Solo Oregon 0%, che io sappia.
      Quindi ai 180 devi aggiungere le tasse.
      Poi che al tasso attuale 179$ siano 157€ è un altro conto…

      • Okazuma

        Si lo so ma di solito è indicato quando le tasse sono escluse.
        Forse in questo caso le aggiungono nel carrello?
        Mi fa un po’ strano che da noi arrivino in ritardo di mesi e costino anche di più

        • Emiliano Pollazzon

          Quando compri da sito USA, al momento della spedizione (in USA) le tasse vengono applicate in base allo stato di destinazione. Per spedizioni extra USA ci sono ancora altre variabili. Alla fine il prezzo non è mai 179, ma di più. E i nostri 200 euro non sembrano più così esagerati.
          Questo è quello che ho capito io nel corso degli anni, mai per esperienza diretta comunque

  • Emiliano Pollazzon

    Presi