Continuano a calare gli introiti per gli operatori telefonici, bene solo Iliad, Fastweb e operatori virtuali (foto)

Vincenzo Ronca -

L’AGCOM ha presentato il rapporto annuale relativo ai ricavi fatti registrare dai vari operatori di telefonia fissa e mobile nel mercato italiano. Il report è chiaramente riferito al 2019, con variazioni percentuali riferite al 2018. Il quadro complessivo che ne esce sembra positivo per i consumatori finali, un po’ meno per i lavoratori del settore.

In generale, AGCOM ha rilevato una contrazione dei ricavi finali per gli operatori telefonici. La diminuzione dei ricavi, rispetto a quelli fatti registrare nel 2018, è dovuta a una maggiore concorrenza tra gli operatori che trascina i prezzi al ribasso. Questo è sicuramente positivo per i consumatori finali, che hanno visto scendere la spesa media mensile nel 2019, ma non lo è per i lavoratori del settore: il 2019 è stato caratterizzato da diverse operazioni di riorganizzazione e razionalizzazione nei reparti degli operatori, con una riduzione complessiva del personale pari a 2.000 unità.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi Air 2, la recensione

Solo Iliad, per il segmento mobile, e Open Fiber, per quello fisso, hanno fatto registrare un incremento delle posizioni lavorative durante il 2019 rispetto al 2018. Come era prevedibile anche nel 2019 si è vista una spesa per il traffico dati maggiore rispetto a quella per il traffico vocale, confermando un trend in atto ormai dal 2016. Il grafico in basso mostra la riduzione del volume di affari per i principali operatori telefonici, TIM fra tutti, con le uniche eccezioni costituite da Iliad e Fastweb.

La seconda immagine in galleria mostra la spesa media per il traffico vocale, SMS e dati nei due precedenti anni: vediamo come la contrazione maggiore si è verificata per il traffico dati, dove il prezzo si è quasi dimezzato tra il 2018 e il 2019.

Relativamente agli operatori virtuali, il report AGCOM evidenzia una sostanziale stabilità del mercato: il fatturato globale è aumentato leggermente del 5,5%, con PosteMobile che si conferma leader del settore grazie al suo 38,8% di porzione di mercato.

Relativamente al settore della rete fissa, TIM gioca sempre da protagonista detenendo il 55% delle linee in rame, il 45,1% delle linee in FTTC e l’11,1% di quelle in fibra FTTH. Ma l’operatore leader, per numero di accessi, per la rete FTTH è Fastweb.

LE MIGLIORI OFFERTE ILIAD:

Aggiornamento

Abbiamo parlato della notizia anche nel nostro podcast, SmartWorld News

Ascolta “09/07 – Android 11 Beta 2, gli operatori telefonici in Italia e prezzo Mi TV Stick” su Spreaker.

Via: Mondomobileweb
  • acca

    …certo che con la riduzione delle tariffe per subentrata concorrenza che prima non esisteva per cartello, i ‘big’ hanno avuto dei bei calo di fatturato. Poi ora (perché solo ora?) AGCOM contesta i trucchetti per rastrellare liquidità con sottoscrizioni non richieste. Annàmurì!