Per pagare con Apple Pay basterà inquadrare un codice QR

Giuseppe Tripodi

Una piccola ma impostante novità è in arrivo per Apple Pay: parliamo della possibilità di eseguire pagamenti inquadrando un codice QR o un normale codice a barre. Lo hanno scoperto i colleghi di 9to5Mac spulciando il codice della beta 2 di iOS 14.

Attualmente la funzione non è ancora attiva, ma il funzionamento è piuttosto chiaro: l’utente inquadra un codice (QR o a barre) che contiene al suo interno i dati per un pagamento e, dopo aver approvato via FaceID o codice, Apple Pay esegue la transazione.

La funzione può essere utile ad esempio per pagare bollette, ma sembra che potrà essere utilizzata anche per inviare denaro tramite Apple Pay: l’utente genererà un codice QR dall’app Wallet, che potrà essere inquadrato per inviare soldi direttamente tramite Apple Pay.

Infine, sembra che questa funzionalità potrà integrarsi anche con app di terze parti, poiché accenni a questo tipo di pagamento sono stati trovati anche nel codice delle nuove API (sebbene la funzione non sia stata annunciata durante le sessioni del WWDC 2020).

iOS 14 dovrebbe debuttare in autunno, in concomitanza con il lancio di iPhone 12: non ci rimane che restare in attesa per scoprire cosa cambierà con i pagamenti.