Instagram consentirà molto presto anche ai creatori di contenuti di vendere prodotti in-app (foto)

Enrico Paccusse Ancora più focus sullo Shopping nel futuro di Instagram

Dal prossimo mese, più precisamente dal 9 luglio, Instagram estenderà l’accesso alla funzionalità di Shopping a diverse tipologie di aziende, compresi i creatori di contenuti che vogliono sfruttare la loro popolarità per fare merchandising.

Come si legge dall’annuncio ufficiale, “le aziende [o i creatori] dovranno taggare i prodotti su Instagram da un unico sito web di loro proprietà e da cui vendono, in modo da offrire alle persone un’esperienza di acquisto coerente e affidabile“.

LEGGI ANCHE: Le migliori novità del WWDC 2020

Per partecipare, bisogna rispettare alcuni requisiti di idoneità, tra cui dimostrare di avere una presenza stabile ed autentica, collegata ad una “base di follower sufficiente“, che però Instagram non specifica. Un buon modo per far fiorire il mercato degli influencer e dei creatori.

Via: EngadgetFonte: Instagram
  • ale

    mhhh…. prevedo puttanoni (che già è pieno) che vendono video dove si spogliano 😀 😀

    • Se intendi contenuti di nudo violerebbero in ogni caso le policy di Instagram.

      • ale

        pftt…. non immagini quante dirette ci sono già ora di nudo… solo che così le mettono a pagamento (che aumeteranno)… le policy di insta son uno specchio per le allodole… se segnali contenuti violenti (tipo daniela martani che mette immagini con macelli o animali squartati) non fanno nulla… vanno a loro piacimento

        • Ma l’articolo parla di merchandising ed in generale prodotti fisici.

          Senza contare che solitamente i contenuti hard vengono venduti su altre piattaforme (come pacchetti o abbonamenti), utilizzando Instagram per raccogliere followers da trasformare in clienti.