I numeri della diffusione di iOS 13 che fanno invidia ad Android: è installato sull’81% degli iPhone compatibili

Edoardo Carlo Ceretti E anche iPadOS 13 non è da meno.

Il 22 giugno, nel corso dell’annuale WWDC, Apple annuncerà ufficialmente la nuova versione del suo sistema operativo mobile, ovvero iOS 14. Sarà destinata a mandare in pensione, nel giro di pochi mesi, l’attuale iOS 13, il cui ciclo vitale si concluderà con una diffusione che le varie versioni di Android non raggiungono nemmeno in anni e anni di circolazione.

Nella pagina dedicata all’App Store sul sito rivolto agli sviluppatori, Apple ha da poco incluso una serie di dati relativi alla distribuzione della più recente versione di iOS, in esatta controtendenza rispetto a quanto deciso da Google negli ultimi mesi, che ha invece nascosto le statistiche di distribuzione di Android, riservandole agli sviluppatori – ma c’è già chi ha approntato una soluzione alternativa.

LEGGI ANCHE: iPhone SE 2020, la recensione

iOS 13 è dunque installato sull’81% degli iPhone compatibili, con il 13% che è ancora fermo a iOS 12 e il 7% a versioni ancora precedenti. Prendendo in esame soltanto i modelli lanciati sul mercato negli ultimi 4 anni – quindi recenti, ma non recentissimi – la diffusione di iOS 13 sale addirittura al 92%.

Per quanto riguarda la controparte iPadOS 13, il 73% degli iPad compatibili ha installato l’ultima versione, mentre considerando gli iPad usciti negli ultimi 4 anni, il dato di diffusione sale addirittura al 93%. Un vero e proprio successo, che affonda le radici nella profonda simbiosi fra hardware e software perseguita da Apple, ma che si guadagna un alto tasso di soddisfazione da parte degli utenti.

Via: Apple Insider
  • Mariux Revolutions

    Eeeehhh.
    Sarà pure vero che è più facile per Apple riuscire a raggiungere questi numeri, visto che si occupa lei di tutto, ma è anche vero che, se le personalizzazioni realizzate dai produttori partner di Google su Android offrono un’ampia varietà di funzioni e di scelte, al tempo stesso queste personalizzazioni minano tutto, come ampiamente risaputo da anni

    • errata-corrige

      È inutile che tiriate fuori stupidaggini.. Apple ha oltre il 66% di tutti i guadagni derivati dalle vendite di smartphone. Ha i primi posti nella classifica degli smartphone più venduti al mondo, e nei primi 10 posti ci sono solo modelli android economici. Segno che android vende solo nella fascia bassa di prezzo, mentre chi spende compra iPhone. E con ragione.

      • Mariux Revolutions

        Stai parlando con un possessore di iPhone XS Max, così, giusto per dire

        • Mine81

          Purtroppo gli Ignoranti non sanno nemmeno leggere i commenti, andassero a scuola, che sarebbe meglio. Sempre a ripetere le stesse cose, ma tanto a parte avere decine di nick falsi e scrivere ovunque, sto personaggio non ha niente di Apple, tranquillo. Gran bel telefono il Xs Max, se ci fosse stato un X più grande, lo avrei preso sicuramente. Posso chiederti quanto fa di schermo il Max rispetto al mio x?

          • Mariux Revolutions

            Già, lasciamo perdere 👍😒
            Comunque dipende naturalmente tutto dall’uso che ne fai: a me regge abbondantemente anche le 4-5 ore di uso intenso, nonostante sia passato quasi un anno da quando l’ho acquistato.
            La batteria si comporta ancora esattamente come il primo giorno, tant’è vero che le prestazioni sono tuttora ancora al 100% e non sono degradate neanche un po’, cosa mai vista prima quando possedevo ancora dispositivi Android

          • Mine81

            Io su Android non posso dire nulla, perché non ne ho mai usato uno in vita mia. Il mio X aveva la batteria all’81% dopo 20 mesi, così la cambiai. Ora non so perché, se sia merito di caricamento ottimizzato o del fatto che non lo uso sotto una certa soglia, ma dopo 5 mesi sono ancora al 100%. Vedremo quando si passerà a iOS 14. Io con un uso normale devo ricaricarlo un po’ a metà giornata, scoccia un po’, ma vabbè. Alla fine vorrei tenerlo altri 2 anni almeno, con la speranza che i prossimi device permettano un uso di quasi 2 giorni in uso intensivo. E che siano più leggeri, perché questi sono dei mattoni.

          • Mariux Revolutions

            Ti dirò: da sempre vado controcorrente ed uso il metodo di ricarica 0-100.
            Lo facevo con Android e lo faccio ora con iOS e i risultati sono quelli che ti ho detto, dunque non saprei proprio dirti chi abbia la ragione assoluta tra le due scuole di pensiero 0-100 e 20-80, perché appunto cambia tutto a seconda del dispositivo e del sistema operativo.
            Col mio PC, ad esempio, il Huawei Matebook X Pro 2018 con a bordo Windows 10, seguo infatti il metodo 10-80 e 10-90 e va bene così

          • Dwarven Defender

            anche a me (con iP8+ praticamente acquistato al dayone) usando caricamento ottimizzato l’usura della batteria si è arrestata al 87% … ho avuto sempre android tranne il 5S (che uso ancora come muletto e che ho sostituito, pentendomene amaramente, con un galaxy GS7) e, a meno di guasti, non credo che sostituirò il mio Ip8+ per altri 3 anni… uno dei migliori prodotti che abbia mai acquistato, soddisfatto al 100%

  • errata-corrige

    Per forza , Apple si distingue per fare aggiornamenti che funzionano e non rallentano i dispositivi. La gente lo sa e aggiorna.

  • Marko4646

    Ogni volta che scrivono di Apple devono sempre mettere in evidenza che è meglio di android, che distruggerà android, che gli darà una lezione…. Ma soprattutto in questo caso è veramente insensato parlare così. Apple deve gestire un SO che produce lei stessa, su telefoni che produce lei stessa su modelli che produce lei stessa, il sistema è proprietario e chiuso, non Modificabile. Android è open source, chi lo vuole lo prende, lo modifica, lo mette su qualsiasi dispositivo , tv, telefoni, media center, è normale che è frammentato. Ma davvero è un problema? Almeno su android c’è concorrenza, varietà di dispositivi, varietà di prezzi.