Cosa aspettarsi dal WWDC 2020, tra iOS 14 e cambiamenti enormi per i Mac

Giuseppe Tripodi - iOS 14 e macOS 10.16, ma non solo: tra le novità più importanti ci si aspetta anche un cambiamento epocale per i Mac.

Il WWDC 2020 si terrà lunedì 22 giugno alle 19.00 (ore italiane): come di consueto, durante la presentazione il team della mela annuncerà le novità del suo ecosistema software, ma quest’anno sono previste anche importanti novità sul fronte hardware. Per la prima volta, la storica conferenza per sviluppatori Apple sarà un evento solo digitale: per via della pandemia che sta colpendo tutto il mondo, la società della mela ha scelto di non avere ospiti in presenza ma di permettere a tutti la possibilità di seguire la conferenza dal sito ufficiale, dalle app dedicate o da YouTube.x

Il WWDC di quest’anno sarà particolarmente ricco e potrebbe portare un cambiamento epocale, una di quelle svolte che rimarrà davvero nella storia dell’informatica: il passaggio da Intel a processori proprietari ARM. Ma andiamo con ordine e vediamo tutte le probabili novità che ci aspettiamo da questo WWDC.

Addio Intel, benvenuti chip ARM fatti in casa

Più fonti hanno confermato che questo 2020 sarà l’anno della transizione: è molto probabile che al WWDC Apple annuncerà che i prossimi Mac saranno basati su architettura ARM e con chip proprietari.

Dal 2005 ad oggi, Apple ha sempre adottato processori Intel per i suoi Mac, ma questo binomio sembra ormai destinato a finire: sembra infatti confermato che i prossimi computer della mela avranno chip sviluppati dalla stessa Apple, basati su architettura ARM.

L’ipotesi più probabile è che Apple adotti lo stesso chip sia per gli iPhone/iPad che per i Mac, magari con qualche piccola variazione in temrini di clock attivi e velocità: già da tempo, infatti, si vocifera di nuovi MacBook basati su Apple A14, lo stesso processore che muoverà i futuri iPhone 12.

Sembra che il primo MacBook basato su ARM potrebbe essere l’erede del MacBook da 12″, ma è improbabile che questo venga annunciato lunedì: probabilmente, durante il WWDC Apple si limiterà a comunicare la transizione da Intel ad ARM.

Finalmente iMac con SSD?

Un mockup dei nuovi iMac. Immagine via MacRumors

Una delle probabili novità hardware di questo WWDC saranno i nuovi iMac, che riceveranno un nuovo design più moderno ma anche un importante aggiornamento hardware.

Si parla di un nuovo display con cornici molto più ridotte, chip T2 per la sicurezza, nuova GPU AMD Navi e, soprattutto, SSD su tutti i modelli. Infine, i nuovi iMac potrebbero adottare i nuovi chip Intel “Comet Lake” annunciati ad aprile, anche se non abbiamo ancora certezze in merito.

Apple Tag

Un’altra importante novità hardware saranno gli Apple Tag: si tratta di tracker Bluetooth in stile Tile, che ci permetteranno di trovare gli oggetti smarriti. Saranno compatibili con l’app Dov’è, che ci mostrerà la posizione di questi accessori con una discreta precisione.

Il punto di forza di questi localizzatori sarà il chip U1, che ha debuttato gli iPhone 11, e che rappresenterà una costante per il futuro Ultra Wideband di Apple.

iOS 14 / iPadOS 14

Come di consueto, uno dei protagonisti del WWDC 2020 sarà l’ultima versione del sistema operativo per i dispositivi mobili della mela. iOS 14 (e iPadOS 14) prevedono un buon numero di novità interessanti, che andranno a svecchiare sensibilmente l’aspetto di iPhone e iPad.

Ecco le novità principali anticipate nelle scorse settimane:

  • Novità per la Home: iOS 14 potrebber portareo i widget, che occuperanno uno spazio fisso di 2 o 4 “spazi” sulla Home; inoltre, sembra verrà introdotta la possibilità di visualizzare le applicazioni sotto forma di elenco, in stile Apple Watch;
  • App Fitness: ci sarà una nuova applicazione per tenersi in forma, con tanto di video tutorial per gli esercizi. Il software in questione si interfaccerà ovviamente l’Apple Watch, che monitorerà l’attività fisica;
  • Messaggi: tante novità per l’app di messaggistica di iOS, che dovrebbe portare la possibilità di menzionare @qualcuno nella chat, la dicitura di chi sta digitando nelle chat di gruppo, la possibilità di segnare come non letti i messaggi e una funzione per “ritirare” un messaggio, eliminandolo dalla chat anche per gli altri partecipanti;
  • App AR: una delle novità attese riguarderà la realtà aumentata, anche se non sappiamo ancora bene come funzionerà. Sembra però che l’ecosistema per l’AR di Apple si baserà su particolari codici QR che, se inquadrati, avvierano funzioni in realtà aumentata.
  • App di terze parti come default: sembrerebbe (ma è ancora molto in dubbio),che iOS 14 permetterà di utilizzare applicazioni di terze parti come soluzione di default per mail, browser e musica. Inoltre, il nuovo aggiornamento potrebbe portare anche il supporto a pacchetti di sfondi di terze parti, che verrebbero integrati e considerati come quelli di sistema;
  • Apple Pencil: su iuPadOS ci saranno novità per la Apple Pencil, come la possibilità di prendere appunti comodamente su una pagina web.
  • Traduzione automatica su Safari: le pagine in una lingua diversa dalla propria potranno essere tradotte automaticamente da Safari.

Nota non da poco: secondo i rumor, iOS 14 sarà compatibile con tutti i dispositivi che attulamente supportano iOS 13 (inclusi i vecchi iPhone 6s e il primo iPhone SE).

macOS

Non ci sono moltissime informazioni sulle novità che verranno introdotte da macOS 10.16, ma pare che Apple potrebbe portare anche su Mac i Comandi Rapidi. Di seguito un elenco di alcune delle novità che ci si aspetta:

  • Traduzione automatica di Safari: proprio come su iOS, anche su macOS Safari potrà tradurre automaticamente le pagine, senza affidarsi a servizi esterni;
  • Novità per Messaggi: esattamente come su iPhone, arriverà la possibilità di taggare qualcuno, vedere chi sta scrivendo, marcare un messaggio come non letto o ritirare un messaggio;
  • Miglioramenti per Siri: l’assistente vocale di Apple potrebbe ricevere un importante aggiornamento ed essere meglio integrato con macOS;
  • Shortcuts (comandi rapidi): sembra che con macOS 10.16 vedrmo arrivare gli Shortcuts anche sul sistema operativo desktop della mela. Secondo alcuni rumor, i Comandi rapidi potrebbero diventare un elemento centrale dell’esperienza macOS, che permetterà di automatizzare facilmente un gran numero di operazioni.

watchOS 7

Non mancheranno le novità per gli smartwatch di casa Apple, anche se ad oggi è difficile capire se le novità più sostanziose riguarderanno tutti gli Apple Watch compatibili con watchOS 7 o solo i prossimi Apple Watch di sesta generazione.

In ogni caso, ci si aspetta la possibilità di tracciare il sonno e monitorare il livello di ossigeno nel sangue.

Oltre questo, troveremo come di consueto nuove watch face e altre piccole migliorie.

Il WWDC 2020 sarà lunedì 22 giugno alle 19.00 (ore italiane), ma noi ne parliamo anche domani pomeriggio, nella consueta live del venerdì.

Venite a chiacchierare con noi, collegandovi domani 19 giugno alle 16.00, e magari lasciateci già qualche domanda o riflessione sull’argomento: il video lo trovate qui sotto.