Questi stampi confermano il design di iPhone 12, ma potrebbero riservare una brutta sorpresa (foto)

Giovanni Bortolan

Sembrano intensificarsi sempre più le conferme riguardanti il nuovo design dei prossimi iPhone 12, ormai destinati ad incarnare un’estetica ispirata agli storici modelli 4 e 5. L’ultima conferma arriva da Twitter, dove un utente ha caricato delle immagini di quelli che semprerebbero degli stampi di prova per testare i volumi del prodotto. È interessante notare come le immagini in questione coincidano con le cover protettive emerse di recente.

La fonte potrebbe dunque provenire dallo stesso settore, in quanto questo tipo di stampi viene prodotto dalle aziende di cover sulla base delle misure date loro dai produttori stessi di smartphone. Sulla base di queste premesse possiamo quindi a trarre le nostre considerazioni.

Iniziamo con i tagli dimensionali: viene infatti confermato il trittico di pannelli frontali da 5,4″, 6,1″ e 6,7″. I modelli, se tutto va come dovrebbe andare, saranno però 4 (iPhone 12 e 12 Pro condivideranno il taglio da 6,1″). La variante da 6,7″ è destinata all’iPhone 12 Pro Max mentre la più piccola a quello che potrebbe chiamarsi iPhone 12 Mini. Un’altra cosa che balza subito all’occhio è l’ovvio richiamo al design degli ultimi iPad. Non è una sorpresa che Apple stia virando verso un design unificato tra le due categorie di prodotti, e pare che abbia trovato il modo giusto di fare ciò attraverso la riproposizione di un’estetica già collaudata.

LEGGI ANCHE: Si infittiscono le voci sui possibili ritardi relativi al prossimo iPhone 12

Ultimo ma non per importanza il notch. La tacca più piccola (da mesi vociferata e da anni richiesta) sembrerebbe non essere destinata ad arrivare nemmeno in questa generazione di melafonini, nonostante varie altre fonti abbiano testimoniato il contrario. Ci riserviamo tuttavia il beneficio del dubbio, per un motivo molto semplice: trattandosi con molta probabilità di stampi prodotti da aziende di cover, è facile pensare come questi ultimi non siano particolarmente interessati al lato frontale del dispositivo, e per giunta abbiano così “riciclato” il frontale di un precedente iPhone, per ridurre i costi di progettazione 3D.

Fonte: Macrumours