La fine della quarantena si vede nei numeri: meno tempo in WiFi, 4G ai livelli pre-crisi (foto)

Enrico Paccusse - OpenSignal pubblica un nuovo aggiornamento sulla Mobile Network Experience

Le misure restrittive tipiche di marzo, aprile e (in parte) maggio sono alle spalle, e a confermarlo arriva anche il report di OpenSignal, che confronta i dati su Wifi e 4G con i livelli precedenti alla crisi Covid-19.

Ciò che emerge, ad esempio, è che il tempo trascorso su rete Wifi va via via diminuendo, soprattutto in Europa ed Asia, man mano che le persone spendono più tempo all’esterno. Tuttavia, non siamo ancora ai livelli pre-crisi, a testimoniare che le persone sono propense a rimanere maggiormente a casa rispetto ad una condizione “normale”.

LEGGI ANCHE: Le notizie di SmartWorld adesso anche su Alexa

Per ciò che riguarda la connessione mobile 4G, il parametro analizzato è quello della velocità di download che, nel periodo di affollamento della rete, ha avuto un calo sensibile. Ebbene, in Italia la situazione è già da qualche settimana tornata alla normalità, con velocità paragonabili a quelle di fine gennaio / inizio febbraio.

Parlando di macro aree, è evidente come i paesi ancora in sofferenza siano quelli del Sud America e di parte dell’Asia. Le due tabelle riassuntive dello studio, che Open ha condotto su oltre 40 paesi, sono presenti in allegato qui sotto.

Fonte: OpenSignal