Il prossimo Galaxy Watch sancirà un piccolo grande ritorno al passato (ed è un’ottima notizia!)

Edoardo Carlo Ceretti

Sappiamo bene come Samsung sia un colosso tecnologico a tutto tondo e, anche in ambito mobile, il suo obiettivo è di creare un ecosistema di prodotti complementari. La serie di smartphone è senza dubbio il fiore all’occhiello, ma non dimentichiamoci i suoi smartwatch, che da sempre offrono fra le migliori esperienze di utilizzo del settore. Anche quest’anno, a fianco dei top di gamma Galaxy Note 20, ci aspettiamo il lancio di un nuovo modello di smartwatch. E sul suo conto, abbiamo da poco appreso un dettaglio che siamo sicuri farà felici molti di voi.

Nel corso del 2019, Samsung ha lanciato ben due modelli di smartwatch, ovvero Galaxy Watch Active e Galaxy Watch Active 2, dispositivi più improntati al monitoraggio dell’attività fisica e dal look più minimale rispetto al passato. Una svolta apprezzata da molti, ma non da tutti, che rimpiangevano l’imponenza del primo Galaxy Watch (vero erede dei predecessori Gear S) e, soprattutto, la sua ghiera fisica.

LEGGI ANCHE: Huawei Watch GT 2e, la recensione

Proprio la ghiera tornerà in quello che, per il momento, possiamo chiamare Galaxy Watch 2. A dircelo è un’indiscrezione pubblicata dai colleghi di SamMobile, che sostiene la presenza della ghiera rotante, il metodo più comodo per navigare nell’interfaccia utente, durante l’attività fisica e non solo.

Secondo la certificazione FCC poi, una variante del nuovo Galaxy Watch avrà un diametro di 45 mm, mentre la seconda variante potrebbe essere da 40/41 mm, come ipotizzato dal recente rumor, che parlava anche di una cassa realizzata in titanio. Dovrebbe poi esserci il supporto alla connettività LTE, il GPS, la resistenza alle immersioni fino a 5 ATM e lo standard militare STD-810G. Il lancio potrebbe avvenire ad agosto, nell’alveo dell’evento che vedrà protagonisti non solo i Galaxy Note 20, ma anche Galaxy Tab S7.

Via: 9to5 Google