Le vecchie eSIM di TIM si avvicinano al “fine vita”: da luglio sospesa la portabilità su altri dispositivi

Giovanni Bortolan

Possessori delle vecchie eSIM di TIM, drizzate le orecchie! L’operatore infatti sta avvisando che questa tipologia di SIM, proposta negli scorsi anni per essere utilizzata con gli smartwatch supportati, fra qualche giorno non potrà più essere scaricata su altri dispositivi. Ciò è riconducibile ad un aggiornamento della piattaforma tecnologica che avrà luogo a partire dal prossimo 30 giugno.

Parlando in termini più pratici, tutti gli utenti coinvolti non potranno più, a partire dal’1 luglio, installare il profilo eSIM su un dispositivo diverso da quello attualmente in uso, rendendo la SIM limitata all’utilizzo del momento. La comunicazione coinvolge i clienti dotati di eSIM con codice L013, ovvero quelle commercializzate prima di novembre 2019.

LEGGI ANCHE: eSIM: come funziona, come si attiva, pregi e difetti

I soggetti interessati non avranno alcuna interruzione del servizio dopo la deadline, e potranno continuare ad utilizzare normalmente la eSIM sul dispositivo registrato; se vorranno tuttavia spostare il proprio profilo eSIM su un’altro terminale dopo la scadenza definita dovranno necessariamente effettuare un cambio voucher, ottenendo una nuova Card e un nuovo codice QR. Quest’ultima operazione, del costo di 15€, verrà rimborsata al cliente dal punto vendita stesso.

Fonte: MondoMobileWeb
  • Fabio Musso

    Come complicare inutilmente la vita alle persone insomma

  • SteveMcQueer

    ci saranno certamente dei costi occulti, una qualche cifra da corrispondere al negoziante, perché anche dalle esim si deve guadagnare 😕

  • Ciaoiphone4

    Prevedo da luglio-agosto le e-sim di TIM su Apple Watch cellular, dato che devono essere un duplicato della sim inserita in iPhone, per mantenere lo stesso numero.

  • sailand

    Un’altra fregatura tirata da Tim per prendersi 15 euro non dovuti.
    L’aggiornamento tecnologico è una presa in giro visto che l’esim non è qualcosa di fisico come le normali sim, niente impedisce di associare altre caratteristiche ai qrcode già esistenti perché sono solo informazioni aggiornabili in un archivio, non c’è nulla di hardware.
    Però se volete cambiare il vostro dispositivo siete costretti a pagare in contraddizione con il principio base per cui esistono le esim.