Apple vorrebbe introdurre gli audio in News+, ma gli editori sono scettici

Matteo Bottin

Sebbene Tim Cook abbia comunicato ottimi risultati riguardo Apple News, con 125 milioni di utenti totali (gratuiti e abbonati a News+), il servizio sembra non decollare del tutto: le case editrici hanno comunicato di ottenere pochi ricavi dalla piattaforma. Ciò nonostante, Apple non molla, e sembra intenzionata a voler introdurre delle notizie audio nel servizio a pagamento (News+).

Secondo Digiday, da ben 4 editori sono arrivate voci di come Apple vorrebbe, da mesi, inserire delle versioni audio delle notizie. Inizialmente l’azienda avrebbe chiesto il permesso di prendere le versioni testuali e trasformarle indipendentemente in audio, ma ci sarebbe un problema di fondo relativo ai contratti.

Pare infatti che molti contratti che le case editrici hanno con i freelance impediscano la conversione del testo scritto in altre versioni (come quella audio) senza il consenso specifico o il pagamento di una quota extra.

LEGGI ANCHE: All’alba del 5G, l’Italia fa grandi passi in avanti (col 4G)

Per aggirare il problema non sarebbe quindi Apple a dover scegliere le notizie e a convertirle, quanto piuttosto gli editori dovrebbero proattivamente trasformare in audio tutte le notizie delle quali hanno pieni diritti. Questo audio verrebbe poi inserito nei server di Apple News+.

Qui sorgono i problemi: se l’audio viene inserito in Apple News+, probabilmente non lo vedrete navigando nel sito dell’editore. Inoltre, nel tempo speso per ascoltare una notizia, un cliente potrebbe ne potrebbe leggere tante altre, idealmente riducendo i guadagni (già bassi) delle case editrici. Una delle fonti di Digiday definisce i pagamenti ricevuti da Apple News+ come “orrendi“. Infine, secondo alcuni editori non ci sono prove che la clientela voglia gli audio: tutto questo potrebbe portare del lavoro aggiuntivo per niente. Voi come la pensate?

Via: Apple Insider