Temete la pubblicità su WhatsApp? L’incubo ritorna

Vincenzo Ronca Facebook starebbe lavorando all'introduzione di annunci pubblicitari personalizzati anche su WhatsApp.

Non è la prima volta che si parla di annunci pubblicitari su WhatsApp, se ne è parlato come una possibilità che si sarebbe dovuta concretizzare proprio nel 2020 ma che poi Facebook ha momentaneamente abbandonato.

Nelle ultime ore il The Information indica un ritorno di fiamma per la possibile monetizzazione attraverso WhatsApp da parte di Facebook: secondo i dettagli trapelati online, Facebook potrebbe usare il database relativo ai suoi utenti per profilare e fornire annunci pubblicitari personalizzati agli utenti di WhatsApp. Il database comune per proporre annunci personalizzati coinvolgerebbe anche gli utenti di Instagram. D’altronde non è una novità che Facebook vuole fondere le “conoscenze” sui suoi utenti attraverso le tre piattaforme social di sua proprietà.

LEGGI ANCHE: è arrivata la nuova DP di Android 11

La novità comunque non sarebbe imminente: stando a quanto riportato dal The Information, l’infrastruttura dati richiederebbe ancora del lavoro prima di essere ultimata. Vi terremo aggiornati sui prossimi ulteriori sviluppi.

Via: Phone Arena
  • Se mai dovessero apparire annunci su WhatsApp, smetterò di usarlo.

    Posso anche tollerare l’analisi dei messaggi e delle abitudini degli utenti (magari per offrire pubblicità mirate su Facebook e Instagram), ma vedere banner o contenuti sponsorizzati anche tra i messaggi no.

  • Mices7

    Vorrà dire che passerò definitivamente a telegram.

  • .Dave.85.

    Se così fosse passo ad altri lidi

  • Marko4646

    La fortuna di avere il root sul telefono. La pubblicità nemmeno so cosa è

    • Alex

      Il Root non è la soluzione a tutto..
      se ti serve ben per te, ma non fa per tutti ed espone a rischi!
      Ripeto se lo fai con cognizione di causa ben venga.

  • .v.v.v.

    “D’altronde non è una novità che Facebook vuole fondere le “conoscenze” sui suoi utenti attraverso le tre piattaforme social di sua proprietà.”…
    … se poi uno storce la bocca lo chiamano gomblottista però tutta sta conoscenza incrociando dati di tre piattaforme è proprio necessaria??? Per cosa?

    • maurizio

      Anche se sembra, non sono scemi altrimenti non avrebbero costruito un monopolio; inoltre sono bravi profilare gli utenti per mandare i giusti ad. A tutto c’è un perché anche se non apparente. Tiene presente che a loro pare stia costando molto tempo e denaro fondere le varie basi di dati.

      • .v.v.v.

        Appunto, tutto sto tempo e denaro per mandare gli ad giusti? Sicuramente un ottimo investimento… però mi puzza sta storia

        • maurizio

          Bhe in genere bisogna spendere soldi per fare soldi

  • supermendi

    Ma non possono far pagare di nuovo i benedetti due euro l’anno anziché rompere le scatole con la pubblicità ovunque?

    • Mariux Revolutions

      No, perché poi si che avverrà l’esodo di massa verso Telegram, e naturalmente non possono permetterselo