iPhone SE 2020 è lo smartphone più originale dell'anno, senza eguali nel mondo Android (opinione)

L'iPhone più economico è più potente del più costoso Android, pur non avendo nulla di originale.
iPhone SE 2020 è lo smartphone più originale dell'anno, senza eguali nel mondo Android (opinione)
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Quando Apple rilascia un nuovo prodotto, soprattutto uno come iPhone SE 2020, l'opinione del pubblico solitamente si spacca in due. È normale, Apple da sempre polarizza, e per lei va bene così; in fondo è tutta pubblicità comunque. E va bene anche al pubblico stesso, che così dibatte a lungo, spesso prima ancora di aver potuto toccare con mano l'oggetto del contendere. Non starò quindi qui a dirvi nello specifico com'è iPhone SE 2020; di quello ci occuperemo in sede di recensione, che dovrebbe arrivare già la prossima settimana, quindi restate sintonizzati. Quello che mi interessa analizzare è più l'impatto che questo smartphone avrà su Apple, e non soltanto.

[sentence_dx]iPhone SE 2020 riesce ad essere originale, pur non essendolo[/sentence_dx]

Partiamo da un presupposto banale, sul quale penso tutti possiamo concordare. iPhone SE 2020 non ha nulla di originale; nemmeno il nome. È la versione 2020 di uno smartphone che già esisteva nel 2016, ed il suo stesso design attinge da quegli anni e dai successivi (iPhone 8 in particolare). Anche internamente non c'è nulla di originale: stesso chip A13 Bionic e stessa fotocamera principale già apprezzati in iPhone 11 (In realtà sembra sia più simile a quella di iPhone XR - che per altro è ottima - ma questo non cambia il concetto di fondo che stavo riportando, ovvero che comunque non abbia soluzioni hardware originali. Quanto valida sia questa fotocamera ve lo diremo in sede di recensione, che come già accennato arriverà a breve.), oltre al caro, vecchio Touch ID.

I detrattori diranno che Apple ha riciclato vecchi componenti che aveva in magazzino ed investito zero in progettazione e design. È un'ottima quanto pretestuosa argomentazione per aizzare la folla, oltre al fatto che nessuno la può confermare né smentire, quindi si presta benissimo allo scopo. Onestamente non mi immagino cumuli di polverose scocche del vecchio iPhone 8 che magicamente siano state riconvertite in un nuovo smartphone, e se da una parte è indubbio che Apple non abbia scomodato Jony Ive (o chi per lui), dall'altra non dobbiamo dimenticare che parliamo di uno smartphone che costa 399$, e come abbiamo appena detto Apple non ha lesinato troppo sull'hardware; su qualcosa doveva pur risparmiare, no?

[sentence_sx]È l'iPhone che chiunque ha imparato a riconoscere nel corso del tempo[/sentence_sx]

C'è poi una cosa importante da tenere in considerazione: il design di iPhone SE 2020 è iconico. Il merito non sarà suo, ma questo non cambia lo stato delle cose. È riconoscibile e riconosciuto, e soprattutto apprezzato. Quel tastone centrale è stato il tratto distintivo di iPhone per anni, e non è mai stato oggetto di scherno al pari del notch di iPhone X e successivi. Chiunque lo veda, anche un completo ignorante in materia di telefonia, sa che quello è un iPhone. Già questo lo rende il regalo perfetto per nonni o genitori, o chiunque altro sia avulso da questo frenetico mondo della tecnologia; e non è solo un fatto di design, sia chiaro.

iPhone SE 2020 non sarà quindi originale per la somma dei suoi componenti, ma lo è senz'altro per quello che rappresenta, per come si colloca nel mercato, andando di fatto a creare un segmento che finora non c'era. Qui la cosa infatti si fa davvero interessante. Pensateci bene: per la prima volta, Apple ha realizzato uno smartphone che non ha eguali nel mondo Android. Non esiste infatti uno smartphone Android da 399$ con Snapdragon 865. Che poi è un paragone nel quale iPhone SE ci perde qualcosa, dato che l'A13 Bionic surclassa la concorrenza tutta; ma il concetto comunque rimane, ovvero che non esiste un medio gamma Android col processore top del momento.

Che poi, a ben vedere, l'A13 nell'iPhone SE è un overkill assolutamente fine a sé stesso. Non ci sono sistemi multi-camera da far lavorare all'unisono, non c'è un display ad elevata risoluzione da animare (4,7'', 750 x 1.334 pixel), non ci sono video in 8K da registrare (i suoi 4K@60fps comunque li fa); ed infatti le prestazioni del nuovo iPhone sono assolutamente al top.

In più ci sono tante piccole comodità, come la ricarica wireless, che non certo tutti i medio gamma Android includono (e qualche top c'è arrivato solo di recente), la certificazione IP67, il dual SIM (per quanto una sia eSIM). Non ci sono insomma grosse carenze che facciano gridare allo scandalo, ed anzi c'è una certezza che nessuno smartphone Android ha: anni di aggiornamenti.

[sentence_dx]Il supporto software di Google è nettamente inferiore a quello di Apple: deal with it[/sentence_dx]

Sì, anche questa è un'argomentazione da "bar sport", che gli amanti di Apple infatti gettano sempre sul tavolo, ma dato che prima ho citato una facile critica (quella del "riciclaggio") è giusto pareggiare i conti. Fatto sta che nemmeno Google offre un supporto lungo quanto quello di Apple, e se gli altri produttori Android possono avere le loro scusanti, questo non vale per Big G. I Pixel hanno 3 anni di major update garantiti. Gli iPhone campano per un lustro o più, e nulla lascia pensare che con iPhone SE 2020 le cose andranno diversamente; anche perché, come abbiamo visto, ha un processore più che longevo.

Alcuni dicono che con l'avvento del nuovo iPhone SE il prossimo Pixel 4a sia già spacciato, o che questo iPhone sia la risposta al Pixel 3a dello scorso anno (magari non direttamente, ma concettualmente sì). La realtà dei fatti però è che Pixel 3a (ed il 4a sembra sarà esattamente la stessa cosa) con i modelli top aveva in comune giusto la fotocamera, ma nulla più. iPhone SE 2020 è invece un'altra cosa, e rischia di far aprire gli occhi al pubblico su una verità così in bella vista da passare spesso inosservata: a cosa serve uno smartphone da (oltre) mille euro?

Proprio quest'anno molti produttori Android si sono spinti decisamente oltre questa soglia, ma a che pro? Galaxy S20 Ultra, nella nostra recensione, ha preso un voto inferiore ad S20 ed S20+, Huawei ha fatto il suo smartphone migliore di sempre proprio quando non poteva più usare i servizi Google, e nemmeno Xiaomi è riuscita a contenere i prezzi come suo solito. L'unica eccezione è forse OnePlus, che col suo 8 Pro ha finalmente realizzato il suo primo, vero top di gamma. Ma qualcuno pensa davvero che OnePlus possa dar fastidio ad Apple?

[sentence_dx]Saranno di più gli utenti che non compreranno iPhone 11 o quelli che non avrebbero comprato un iPhone?[/sentence_dx]

iPhone SE 2020 rischia quindi di essere un boomerang per la sua stessa azienda? Non credo, e chi pensa il contrario non considera il quadro nel suo insieme (oltre al fatto che io ho ragione e tu hai torto - NdR). Il settore smartphone era già in vistoso calo da tempo e l'avvento della pandemia in atto ha dato un'ulteriore mazzata imprevista ed importante. In tutto questo si inserisce l'iPhone più economico che si potesse pensare: e come potrebbe essere un male? Rosicchierà vendite agli iPhone 11? Forse, ma al contempo eleva questi ultimi ad un rango superiore, uno che ammalierà ancor di più chi voglia un iPhone anche perché status symbol; ma soprattutto farà avvicinare al mondo Apple tanti utenti che finora si erano tenuti alla larga proprio a causa del prezzo, e non per una guerra di religione. E se prestiamo fede all'accoglienza avuta negli USA dal nuovo iPhone SE, qualcosa mi dice che saranno più i "convertiti" al mondo Apple di quelli che non compreranno un iPhone 11 a favore dell'SE.

Ed infine c'è un'ulteriore punto da considerare che spesso viene dimenticato. Apple non vende solo prodotti, ma anche servizi. Ed una volta che ti ha venduto l'iPhone economico la partita non si è conclusa: è appena iniziata! In ambito Android questo non vale quasi per nessuno. Samsung ci prova, ma non è ancora al livello di Apple; Google è un po' un'eccezione, visto che guadagna in questo senso dalle vendite di tutti gli Android, non solo dei suoi Pixel, ma in ogni caso il suo ecosistema è diverso da quello della casa di Cupertino. Ecco perché Apple può permettersi anche più dei suoi concorrenti uno smartphone come questo iPhone SE; ed il bello è che i produttori Android, anziché giocare d'anticipo, le hanno anzi spianato la strada, giocando invece al rincaro.

[sentence_sx]Mi aspetto una risposta incazzata; anzi, la pretendo![/sentence_sx]

E adesso sono proprio curioso di vedere quale sarà la loro risposta; sempre che ce ne sia una. E sia chiaro che voglio una risposta di petto, incazzata, concreta. Apple ha tirato uno schiaffone ai produttori Android, che hanno solo due modi di reagire: mettersi a piangere o rialzarsi e provare a renderglielo. Porgere l'altra guancia non è contemplato. Nascondersi dietro gli sfottò non serve a nulla e non fa più ridere (vero Samsung?). Forse mi aspetto troppo io, ma in questi tempi di sedentarietà (in tutti i sensi) l'avvento del nuovo iPhone SE è stato quello scossone che ci voleva. Se nessun altro raccoglierà la sfida, tanto meglio per Apple. E tanto peggio per il mercato tutto.

Commenta