Apple per la lotta al Covid: disponibili i dati sulla mobilità raccolti da Mappe

Enrico Paccusse - I dati pubblicati da Apple identificano l'Italia come il paese che ha più risentito del blocco agli spostamenti

I giganti della tecnologia possono sicuramente aiutare nella lotta al coronavirus, e questo è l’obiettivo con cui si sta muovendo Apple in questi giorni. L’ultima delle iniziative prevede la pubblicazione dei trend sulla mobilità per permettere ad autorità locali e sanitarie di svolgere al meglio il proprio lavoro.

Questi dati, che comprendono il volume degli spostamenti in auto, a piedi o con i mezzi pubblici in una data comunità, mostrano come l’Italia abbia subito l’impatto percentuale più importante in termini di riduzione alla mobilità, con un -85% rispetto all’inizio di gennaio.

LEGGI ANCHE: OnePlus Bullets Wireless Z, le nuove cuffie con 20 ore di autonomia

Ovviamente, il rispetto della privacy rimane primario per Apple: i dati sulla  mobilità non sono associati agli ID Apple degli utenti, né registrano la cronologia degli spostamenti. Analizzano semplicemente i dati aggregati raccolti dall’applicazione Mappe.

La società ci tiene a ribadire che non ha un resoconto dei vostri spostamenti o delle vostre ricerche, e che sta aiutando le comunità di tutto il mondo anche in altri modi.

Oltre ad aver già donato 20 milioni di mascherine ai professionisti della sanità, collabora con alcuni fornitori per produrre altro equipaggiamento, ed ogni settimana invia 1 milione di mascherine laddove ce n’è maggiore bisogno.

Fonte: Apple