Basta bufale sul coronavirus: su WhatsApp arriva Facta, il nuovo servizio di verifica delle fonti tutto italiano

Roberto Artigiani - Facebook lancia la sperimentazione, disponibile per tutti gli utenti, con l'approvazione dell'Agcom

Avete ricevuto un messaggio su WhatsApp che vi sembra contenga informazioni dubbie sul coronavirus? Prima di inoltrarlo a altri sarebbe bene verificarne la veridicità, per evitare di propagare notizie false. Questo controllo però potrebbe rivelarsi non così facile oppure non alla portata di utenti comuni, privi di strumenti e informazioni necessarie per giungere a un giudizio di merito.

Proprio per contrastare il diffondersi di informazioni errate – che nel migliore dei casi sono solo perdite di tempo – Facebook ha deciso di avviare una sperimentazione nel nostro Paese attraverso un’iniziativa sostenuta dall’Autorità Garante delle Comunicazioni. L’azienda di Menlo Park ha identificato Pagella Politica come fact-checker indipendente, aprendo il profilo “Facta”, il cui numero è +39.345.60.22.504.

LEGGI ANCHE: Le novità di aprile su Disney+

Chiunque potrà inviare a Facta un’informazione o una notizia legata al tema Covid-19, il quale si attiverà verificando se si tratta di un falso o meno. Quando l’operazione sarà conclusa l’utente riceverà una notifica con l’esito e nel caso in cui si tratti di una fake news verrà pubblicata in un’apposita sezione sul sito web dedicato. Allo stesso tempo Pagella Politica/Facta potrà inviare, a chi lo chiederà, un resoconto giornaliero delle analisi effettuate e pubblicate sul sito.

L’Agcom ha espresso il suo apprezzamento per il test, augurandosi che porti risultati positivi visto che da tempo ormai – e ancora di più con l’arrivo del virus – WhatsApp è sempre più spesso veicolo di disinformazione. La speranza che guida il progetto è che si possa concretizzare in una best practice da replicare in altri contesti analoghi affetti dalla stessa spinosa problematica. Qui potete trovare il comunicato stampa ufficiale.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Aggiornamento

Abbiamo parlato della notizia anche nel nostro podcast, SmartWorld News

Ascolta “03/04 – Last of us II rinviato, anti-bufale su WhatsApp e Project Tempo” su Spreaker.