Il futuro degli smartphone Nokia potrebbe coincidere con un trend del passato ormai scomparso (foto)

Giovanni Bortolan

Secondo quanto riportato da un report di NokiaMob, la divisione mobile di Nokia starebbe lavorando ad uno smartphone molto particolare, dal nome in codice Gemini. Dalle informazioni trapelate sembrerebbe che Nokia si sia affezionata ad una parole che nel panorama dei cellulari non si sente da parecchio tempo, ovvero modularità.

Il Nokia Gemini infatti presenterebbe un design modulare, con due display connessi tramite un connettore bridge che funge anche da batteria e supporto fisico per gli stessi. Il modulo inferiore dovrebbe assolvere allo scopo di tastiera, trackpad per la navigazione e altro, mentre quello superiore (più grande) sarebbe lo schermo effettivo sul quale vengono mostrati i contenuti. Non è ben chiaro il come tutto ciò dovrebbe funzionare in dettaglio e soprattutto quale potrebbe essere il sistema operativo a supporto, ciò che invece è lampante è il feeling che arriva dall’aspetto del concept, che rimanda direttamente ai vecchi telefoni dei primi anni 2000.

LEGGI ANCHE: Instagram al lavoro per limitare i contenuti sensibili

Il produttore, sempre secondo il report, sarebbe arrivato già a buon punto dello sviluppo del prototipo, e si starebbe preparando a presentarlo ufficialmente durante il Mobile World Congress 2021. Nokia avrebbe quindi una soluzione sotto mano che le permetterà, di sicuro, di differenziarsi dal mercato. Sarà la mossa giusta? Forse è ancora troppo presto per dirlo.

Via: MysmartpriceFonte: NokiaMob