iFixit ha smontato il nuovo iPad Pro 12,9″: ecco il sensore LiDAR, ma quanta colla! (video)

Edoardo Carlo Ceretti Non esattamente il più semplice da riparare fai da te, ma ci sono alcuni aspetti positivi.

La scorsa settimana, Apple ha svelato la serie 2020 di iPad Pro, vero e proprio anello di congiunzione con il mondo dei MacBook, grazie alla bellissima (e salatissima!) Magic Keybord con trackpad integrato. I nuovi iPad Pro si sono però segnalati anche per altre novità, come il sensore LiDAR per la realtà aumentata. Perché dunque non dar loro un’occhiata più ravvicinata?

A smontarlo per noi ci hanno pensato i ragazzi di iFixit, che non vedevano l’ora di mettere le mani sul nuovo gioiellino di casa Apple, in particolare il modello con display da 12,9 pollici. La rimozione (ed eventuale sostituzione) del display non è eccessivamente complicata, anche se dovrete farlo con cautela, scollegando tutti i connettori prima di estrarlo completamente.

LEGGI ANCHE: Aggiornate subito ad iPadOS 13.4, potete usare il mouse!

Buone notizie anche per la USB-C, ancora modulare e sostituibile facilmente in caso di necessità. E altrettanto semplice è l’accesso al nuovo modulo fotografico, che nel look richiama quello degli ultimi iPhone, ma che presenta anche una bella novità: il sensore LiDAR. Si tratta di un sensore pensato per la scansione 3D dell’ambiente circostante, particolarmente utile per applicativi di realtà aumentata. In comparazione con i sensori del Face ID, risulta meno sofisticato e preciso, ma non essendo chiamato a scansionare ogni dettaglio di un volto, risulta adeguato allo scopo.

Per il resto, è da ammirare l’ordine e l’estrema cura riservata da Apple nella progettazione della componentistica interna di iPad Pro 2020, anche se l’eccessivo ricorso alla colla complica enormemente i piani di chi volesse cimentarsi con le riparazioni fai da te. Per questo motivo, iFixit ha valutato con il punteggio di 3 su 10 il grado di riparabilità di questo dispositivo.