E se Apple non avesse del tutto abbandonato il sogno AirPower?

Enrico Paccusse Per la serie "A volte ritornano"

La storia di AirPower è una storia travagliata: annunciato nel 2017, è stato prorogato di volta in volta per poi essere abbandonato nel 2019 a fronte di un’amara realizzazione: non avrebbe rispettato gli standard a cui Apple è abituata per i suoi prodotti.

Il messaggio di Dan Riccio, vice presidente della sezione Hardware Engineering di Apple, si era però concluso con speranza:continuiamo a credere che il futuro sia wireless e siamo decisi a spingere sempre di più in questa direzione“.

LEGGI ANCHE: Apple TV+ vi sembra pixeloso? Ecco perché

Ora il fondatore di Front Page Tech, Jon Prosser, se ne esce con una rivelazione: AirPower non è morto. Il progetto sarebbe ancora vivo, ed il problema maggiore riguarderebbe Apple Watch. Secondo la fonte, nessuno dei prototipi attuali sarebbe in grado di supportare lo smartwatch.

Ci teniamo a sottolineare che lo stesso autore dichiara che non è certo che il prodotto sarà effettivamente rilasciato da parte di Apple, pertanto la notizia andrebbe presa con un po’ di sano scetticismo. Ciò che è certo è che la tecnologia migliora con il tempo, e che non è escluso che si arrivi a soluzioni innovative per realizzare il sogno di Apple: una sola basetta per tutti i dispositivi.

Via: GSMArenaFonte: Twitter
  • Sleeping88

    Ho da poco scoperto l’esistenza dei cavi magnetici, simili a quello che era il MagSafe di Apple. Non li ho ancora comprati, ma mi sembrano estremamente interessanti:
    – riducono a zero l’usura della porta USB sul telefono
    – sono comodi (soprattutto con la USB-C che è reversibile) perché non devi nemmeno “cercare” il buco. Penso soprattutto ai cellulari in auto
    – non devi tenere il telefono sulla base come con la ricarica wireless (che wireless, alla fin fine, non è)
    – l’efficienza di carica dovrebbe essere la stessa di quella con il cavo “normale” e non c’è dispersione di calore.
    – se si pesta accidentalmente il cavo, non dovrebbe cadere il telefono, ma staccarsi il cavo (questo sarebbe da testare perché probabilmente un telefono è troppo leggero)

    Correggetemi se sbaglio, ma non capisco perché non puntino su questa tecnologia invece che sulla wireless. 🙂

    • Ciaoiphone4

      Hai ragione, quando parlano che Apple dovrebbe eliminare del tutto le porte su iPhone, io spero che permettano la ricarica wireless con qualsiasi dispositivo Qi, ma anche che loro mettano dei magneti all’interno di iPhone e usino un connettore tipo quello di Apple Watch (magari conn più potere magnetico) , in modo che uno può usare il telefono anche se si sta caricando. Perché anche il fatto di mettere e togliere continuamente il telefono in carica influisce sulla batteria.
      La ricarica wireless nasce soprattutto nel caso di aeroporti, fast food, sale d’attesa, automobili, dove in assenza di cavi uno può caricare senza problemi. Negli altri casi è molto meglio il vecchio cavo anche secondo me.