Apple e Google contro la disinformazione: rimosse alcune app che parlano del Coronavirus

Matteo Bottin -

Apple e Google sono in prima linea per combattere il Coronavirus partendo proprio dalla disinformazione. E non parliamo di notizie false tramite le app di notizie principali, ma di applicazioni che parlano di questo virus e che vengono pubblicate sui rispettivi negozi di app.

Secondo un report di CNBC, Apple sta rifiutando tutto il software mobile collegato al Coronavirus (sempre che non venga pubblicato da governi o organizzazioni fidate), mentre Google non sta fornendo alcun risultato nelle ricerche se viene cercata la parola “coronavirus” (potete provarlo voi stessi). Non è chiaro se anche Google stia rifiutando le app correlate al virus.

LEGGI ANCHE: Apple: le inserzioni pubblicitarie arriveranno anche sulla tendina delle notifiche

Il lavoro è certamente certosino: Apple elimina le app tramite un processo manuale. In questo processo, tuttavia, alcune app, che attingono i dati da quelli della World Health Organization, sono stati eliminati. Questo perché Apple vuole mantenere solamente le app con una fonte certa e attendibile.

Insomma, Google e Apple voglio bloccare il diffondersi di fake news direttamente alla fonte. Sicuramente non risolverà il problema, ma cercherà di arginarlo. Cosa ne pensate di queste misure?

Via: The Verge