Gli iPhone scarseggiano a causa del Coronavirus: Apple non raggiungerà gli obiettivi previsti nel secondo trimestre

Enrico Paccusse - Produzione rallentata e domanda diminuita (in Cina)

Apple ha appena diramato nei propri canali ufficiali una nota con cui si informano gli investitori che non sarà raggiunto il target minimo di vendite per il secondo trimestre del 2020, previsto sui 63 miliardi di dollari.

La causa di ciò è da ricercarsi nella temporanea riduzione della produzione giornaliera di iPhone in seguito alla chiusura prolungata delle fabbriche produttrici, per via del coronavirus.

LEGGI ANCHE: Il virus potrebbe intaccare anche la produzione dei nuovi iPhone

Non solo, il popolo cinese in generale ha diminuito la sua propensione all’acquisto di prodotti Apple in questo periodo, generando un’influenza negativa data la rilevanza crescente che la Cina ricopre nei conti di Apple.

La società americana sottolinea comunque che manterrà la sicurezza e la salute dei propri dipendenti al centro dell’attenzione, e raddoppierà il capitale donato per supportare la spesa sanitaria locale.

Aggiornamento

Abbiamo parlato della notizia anche nel nostro podcast, SmartWorld News

Ascolta “18/02 – Futuro di Apple, tecnologia vs coronavirus e sim zombie di Vodafone” su Spreaker.

Via: 9to5macFonte: Apple
  • Paolo John

    Spero vivamente che si crei una crisi mondiale, almeno l’uomo ragionerà su cosa è più importante la vita o il commercio…

  • marco

    bene direi, un mondo senza iphone sarebbe un sogno. Qui si pensa agli utili apple non al fatto che apple sfrutta manodopera cinese per guadagnare una montagna di dollari. apple perche non produci in USA, almeno non hai problemi