Avete utilizzato Ricarica+ di TIM inconsapevolmente? L’operatore vi rimborsa, ma solo una volta

Giovanni Bortolan

In seguito ad un accordo tra le parti tra TIM e diverse associazioni dei consumatori, l’operatore ha deciso di rivedere la meccanica di funzionamento di Ricarica+, ora diventata Offerta Ricarica+. Le proposte di ricarica temporanea di TIM infatti sono state bersagliate per essere poco chiare nei confronti del consumatore, a partire dal nome stesso.

L’offerta, che prevede una ricarica di una cifre che vanno da 5 a 30€, offre minuti e giga illimitati per una finestra temporale ristretta (da 24 ore a massimo 3 giorni) e aggiunge una quota di credito minore rispetto a quanto ricaricato (con la ricarica da 20€ vengono aggiunti 18€ di credito prepagato).

LEGGI ANCHE: WhatsApp è inarrestabile e fa mangiare la polvere ai concorrenti

Considerando che le offerte Ricarica+ hanno lo stesso costo delle ricariche normali, potrebbe capitare che il cliente utilizzi questo servizio confondendolo con quello di ricarica normale, vedendosi poi accreditare meno credito del previsto. Per questo motivo TIM ha predisposto una procedura di rimborso tramite chiamata gratuita al 119 o tramite chat. Va da sé che il rimborso verrà erogato solo la prima volta, in quanto poi TIM si aspetta che il cliente abbia compreso la differenza tra i due servizi.

Fonte: MondoMobileWeb