PosteMobile si adegua alla normativa sul roaming europeo: più GB e diminuisce la tariffa a consumo

PosteMobile si adegua alla normativa sul roaming europeo: più GB e diminuisce la tariffa a consumo
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

PosteMobile, uno degli operatori attualmente attivi nel mercato italiano, ha comunicato l'adeguamento alla normativa europea sul roaming quando si è in viaggio. La normativa prevede l'adeguamento a partire dal 1 gennaio 2020, dunque PosteMobile ha anticipato leggermente i tempi.

L'adeguamento in ottemperanza della normativa prevede l'aumento del traffico dati disponibile in roaming europeo. Sapete che bene che il quantitativo di traffico dati disponibile dipende dal quantitativo compreso nel bundle, e si calcola mediante la formula: Volume di GB = [importo della propria spesa mensile (IVA esclusa) /4,5] x 2.

Abbiamo evidenziato quel 4,5 perché è il parametro che varierà dopo l'adeguamento: quel limite infatti scenderà a 3,5, rendendo più alto il volume di traffico disponibile.

Inoltre, l'adeguamento investirà anche le tariffe extrasoglia, quelle previste nel caso di roaming europeo in cui l'utente ecceda dai limiti inclusi nel bundle disponibile: si scende dai precedenti 0,0054€ per ogni MB a 0,0042€ per MB.

Commenta