Il tema scuro dello smartphone concilia il sonno? Alcuni ricercatori affermano il contrario

Vincenzo Ronca

Da ormai alcuni anni sui nostri smartphone troviamo la possibilità di attivare un tema scuro a livello di sistema e questa opzione, oltre ad essere una personalizzazione estetica, aiuterebbe anche il ritmo fisiologico ad avviarsi verso il sonno nelle ore notturne.

Dei ricercatori dell’Università di Manchester sembrano invece in disaccordo con questa evidenza. Secondo le loro ricerche ciò che concilierebbe maggiormente il sonno è l’osservazione di luci fresche durante la sera, dunque tendenti al blu come quelle crepuscolari. Secondo questo gruppo di ricerca, quando la luminosità del display, il parametro che agisce maggiormente sulla veglia dell’utente, è bassa allora le luci tendenti al blu favoriscono il sonno. Il contrario fanno le luci tendenti al giallo, associate alla luce del giorno.

LEGGI ANCHE: cosa regalare a Natale 2019

La ragione biologica di tutto ciò va ricercata nel ruolo della melanopsina: si tratta di una proteina prodotta nella retina dei nostri occhi, che ovviamente viene più o meno stimolata dall’effetto del display degli smartphone acceso, e che ha un ruolo prioritario nella regolazione dei ritmi circadiani, ovvero quei ritmi biologici che favoriscono gli stati di veglia e sonno del nostro corpo.

Maggiori dettagli sulle ricerche effettuate in questo le trovate sul sito ufficiale dell’Università di Manchester.

Via: CnetFonte: The Guardian