Servizio uno e trino per Facebook, Instagram e WhatsApp? In USA si dicono pronti a bloccare l’integrazione

Edoardo Carlo Ceretti La Federal Trade Commission ha sollevato dubbi sull'opportunità che tre servizi così influenti si possano integrare in modo profondo.

Nel gennaio del 2019, ancora nel pieno della bufera Cambridge Analytica e dei conseguenti scandali sulla gestione della privacy, Mark Zuckerberg parlò per la prima volta della possibilità di integrare i servizi di messaggistica di Facebook, Instagram e WhatsApp, rendendoli perfettamente interscambiabili proprio nel nome della privacy, potendo assicurare una crittografia end-to-end unificata. La trovata venne poi confermata anche nel corso dell’F8 di maggio e da allora i lavori sono continuati sotto traccia. Ma la Federal Trade Commission degli Stati Uniti potrebbe bloccare sul nascere l’idea di Zuckerberg.

Dopo gli scandali relativi a sicurezza e privacy che l’hanno coinvolta negli ultimi mesi, Facebook è costantemente sotto alla lente di ingrandimento in patria, così come gli altri colossi del web, dunque ogni mossa di alto profilo viene passata al vaglio dalle autorità competenti. In questo caso particolare, il rischio della creazione di un monopolio inscalfibile è valutato molto alto dalla FTC, motivo per cui potrebbe impedirne l’annunciata integrazione.

LEGGI ANCHE: Cosa regalare a Natale 2019

A riportare le ipotesi è una fonte autorevole, ovvero il Wall Street Journal, sebbene né Facebook né FTC al momento abbiamo rilasciato dichiarazioni in merito. Sarà dunque interessante capire se Zuckerberg riuscirà a mediare e trovare un compromesso che soddisfi anche le autorità a stelle e strisce, oppure se sarà costretto a rinunciare ai suoi propositi, almeno per il momento.

Via: Gizchina.com
  • ILCONDOTTIERO

    Basta dare accesso incondizionato alle chat ai big e vedrai che il permesso arriverà.

  • Come al solito c’è molta ipocrisia nella gestione americana…

    Certi problemi bisognava porseli in fase di acquisizione, è naturale che i servizi già scambino informazioni tra loro non è mai stato un mistero.
    Il punto è che aprendo il caso Facebook si dovrebbe aprire il caso davvero interessante, quello di Alphabet/Google… Ma i bonifici viaggiano più veloci, quindi si risolverà tutto come al solito.

  • Michael Polisini

    A me interessa solo che WhatsApp sia utilizzabile su più dispositivi, per il resto fate come vi pare