Credito telefonico prosciugato dopo un viaggio in nave? L’AGCM contro TIM, Vodafone e Wind Tre

Nicola Ligas

Vi è capitato di fare un viaggio in nave e di ritrovarvi con pesanti addebiti sulla vostra SIM senza sapere il perché? Il motivo è semplice: il vostro smartphone si è collegato in roaming alla rete della nave anziché a quello del vostro operatore, e tali servizi, essendo di natura satellitare, hanno un costo molto, molto elevato. Proprio la mancata trasparenza di questi costi, ed i conseguenti addebiti, sono ora oggetto di indagine da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, che ha avviato tre distinte istruttorie contro TIM, Vodafone e Wind Tre, per la fornitura non richiesta del servizio di roaming marittimo, che potrebbe configurasi come pratica commerciale scorretta.

Ma gli operatori telefonici non sono i soli conto i quali puntare il dito. Si ipotizza infatti che alcune compagnie navali (vengono citate Grimaldi Group, Grandi Navi Veloci e Compagnia Italiana di Navigazione) non abbiano fornito ai passeggeri adeguate informazioni ed avvertenze in merito.

Sul sito dell’AGCM, in merito a roaming internazionale, si legge infatti (l’enfasi l’abbiamo aggiunta noi):

In alto mare, su alcuni traghetti e navi da crociera, scattano collegamenti satellitari, estremamente costosi. In tal caso gli operatori sono tenuti ad informare via SMS i propri clienti delle tariffe applicate per telefonate e traffico internet. Analogamente nei paesi extra-Ue dove l’abolizione del roaming non è in vigore le compagnie sono pertanto tenute ad informare i propri clienti dei costi applicati, non appena varcati i confini.

Il roaming marittimo viene insomma assimilato a quello extra-Ue, visti i costi; e dato che in Europa vige invece l’abolizione del roaming, molti utenti ignari tengono la navigazione in roaming abilitata, senza sapere in nave è come se si trovassero fuori dai confini europei, pur essendoci fisicamente. In ogni caso l’avvio di un’istruttoria è solo un primo passo, vedremo in futuro dove ci porterà.

Via: Mondomobileweb
  • Tersicore1976

    Che cosa “strana”. Mia sorella non sa appianare al suo cell un auricolare BT, e invece appena sale in nave, in aereo, ecc… attende di trovare una connessione Wi-Fi per chiamare via WhatsApp.
    Dico “strana” perché io non lo sapevo, lei non mi ha mai detto nulla, sua marito idem, quindi la Wind e poste Mobili, in qualche modo li hanno avvisati, altrimenti non si spiega… Solo che ho provato a chiederglielo, e non si ricorda da quando ha cominciato… boh…

    • DavC++

      non credo che si parli di Wi-Fi

      • Tersicore1976

        Credo di essermi espresso male. Intendevo che mia sorella che sa poco o nulla di cellulari, appena è in nave, come il Maggio scorso, si aggancia alla rete Wi-Fi per usare WhatsApp e chiamarci. Quindi sapeva che avrebbe pagato di più se “per caso” si fosse connessa (come dice l’articolo) ad una rete in Roaming. Quindi chi glielo ha detto? Non se lo ricorda. Ma qualcuno è stato. Io no. Rimane il suo fornitore di telefonia che è PosteMobile o quella del marito che è Wind.
        È solo una constatazione. Io che me intendo di più non lo sapevo. Lei invece si. Quindi la mancanza di informazione in merito a questa possibilità credo sia voluta dalla compagnie sopra citate. Una sorta di “È tutto nero su bianco… dovevi arrivarci da solo che pagavi”. Tutto qui.

        • DeVe

          beh, io lo so perchè anni fa arrivò al mio vicino di casa una bolletta da 800€ per una telefonata fatta in nave e parlandoci me lo raccontò.
          da li poi uno si informa e vede cosa è meglio per lui.

  • c1p8HD

    Si è una cosa veramente vergognosa… è successo al mio fratello e a tutti i suoi amici questa estate quando sono andati in Corsica. In pratica è vero che ti arriva un sms ma chi li legge subito? Ormai gli smartphone li abbiamo tutti col roaming attivo di default visto che dentro la UE in teoria non ci sono costi aggiuntivi quindi se non lo sai e lo metti subito in modalità aereo quello continua a connettersi e a scaricare dati… dopo poco ti ritrovi col credito esaurito senza neanche averlo toccato

    • Orazio

      Di Default su qualsiasi modello il roaming dati è disattivo

  • La prima cosa che faccio appena compro un cellofono è levare il roaming (che rimetto quando viaggio in UE)

    • Srnicek

      Io l’ho sempre trovato disattivo di default ogni volta che ho comprato o resettato uno smartphone.

      • Alcune marche lo mettono on di default 🙁

  • Mario I/O

    L’ho sempre trovata una truffa legalizzata.