Il mercato degli smartphone è tornato a crescere: Europa da record, anche grazie alle tensioni USA-Cina (foto)

Roberto Artigiani Samsung fa un bel +26%, Xiaomi da record, Huawei in ripresa, male Apple, Nokia piange

Nel terzo trimestre del 2019 a sorpresa le spedizioni di smartphone sono tornate a crescere e l’Europa fa da traino: con un netto +8% batte anche la regione composta da Asia e Pacifico che si ferma a solo +6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I numeri sono i più alti di sempre per il Vecchio Continente per questo periodo grazie anche alle tensioni tra USA e Cina che minano i rispettivi mercati.

La situazione favorevole è accentuata dall’avvento ormai prossimo del 5G che potrebbe portare a importanti spostamenti degli equilibri. La frammentazione del continente in diverse nazioni, che potrebbe essere vista come un difetto, sembra invece giovare alla competizione locale soprattutto a favore delle aziende cinesi che non a caso stanno investendo molto per entrare nei vari Paesi cercando di diffondere marchi come OnePlus, Oppo, Realme e Vivo.

A fare da contraltare a tante notizie positive c’è invece la Brexit che, pur avendo un impatto locale limitato, causa una forte distorsione con le spedizioni che si impennano nei periodi precedenti alle date di uscita previste, per poi crollare subito dopo. I rischi nel breve periodo, i costi e la generale incertezza stanno affossando il mercato del Regno Unito con gli operatori che fanno scorte per evitare probabili futuri dazi.

LEGGI ANCHE: Tutto sul Black Friday

Passando ad analizzare l’andamento delle singole aziende invece Canalys riporta la forte crescita di Samsung che si riprende alla grande facendo segnare un netto +26% rispetto al terzo trimestre 2018 e ritornando a detenere più di un terzo del mercato (35,7%). Il secondo gradino è ancora occupato da Huawei che ha effettuato un vero e proprio rimbalzo rispetto al disastro del secondo trimestre, ma non è riuscita a tornare ai livelli di inizio anno e alla fine dei conti il risultato è stagnante.

Al terzo posto troviamo una preoccupata Apple che cala del 4% e vede allontanarsi le speranze di riacciuffare Huawei e deve invece iniziare a pensare a difendersi dall’attacco di Xiaomi. L’azienda cinese infatti si sta dimostrando sempre più aggressiva e continua a macinare numeri da record: le spedizioni nel terzo trimestre sono cresciute addirittura del 73%, una cifra nemmeno avvicinata da nessun altro rivale. Chiude la classifica una mesta HMD/Nokia che ha assistito a un crollo verticale: -5 punti di quota di mercato e -24% di spedizioni.

Fonte: Canalys