TIM annaspa nel terzo trimestre di quest’anno: i clienti non aumentano e le portabilità in uscita preoccupano

Edoardo Carlo Ceretti

Probabilmente TIM non ricorderà il 2019 come un’annata memorabile per la sua divisione mobile. L’operatore ha infatti da poco reso noti i dati sull’andamento del mercato mobile nel terzo trimestre del 2019, mettendo in mostra qualche difficoltà di troppo nel superare l’impatto di nuovi concorrenti quali Iliad e i più agguerriti operatori virtuali.

In particolare, il numero complessivo di SIM è sceso ancora, seppur in misura tutto sommato contenuta: si è infatti passati da 31.662.000 nel trimestre precedente, agli odierni 31.254.000. A calare sono le SIM human (-543 mila), con l’ulteriore campanello d’allarme delle portabilità in uscita, di nuovo in aumento – 3,3 milioni di utenti, contro i 2,6 milioni del secondo trimestre e 2,9 milioni del primo trimestre di quest’anno.

LEGGI ANCHE: Migliori Offerte TIM

I dati diffusi da TIM includono anche Kena Mobile, ormai al 100% di proprietà di TIM, rendendo se possibile ancora più preoccupante lo scenario, perché evidentemente le sue offerte aggressive di fascia più bassa non stanno restituendo pienamente i risultati sperati. Staremo a vedere che cosa si inventerà TIM per invertire la rotta e riprendere la corsa nel settore della telefonia mobile italiana.

TUTTO SUL BLACK FRIDAY

ALTRE OFFERTE SU AMAZON

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Via: Universo Free
  • Steppenwolf

    Che comincino a rendersi conto che le pratiche commerciali scorrette non pagano. Cercare di essere meschini come Ladrafone non è una buona idea

    • Vito

      condivido pienamente e una questione di trasparenza e lealtà che tutti mancano ad eccezione di Iliad che fino ad oggi si sta comportando bene e spero che sia Tim che Vodafone e WindTre continuano a perdere clienti a favore di Iliad

  • Marko4646

    Si inventano sempre qualcosa di scorretto fregare soldi. Come la ricarica + in tabaccheria che ti ruba 1 euro. Appena mi arriva SMS di rimodulazione la lascio anche io.

  • Michele

    Benissimo, Tim imparasse un po di umiltà, trasparenza e sincerità, quest’ultime non le ha mai avute, e ora ne paga le conseguenze. Giusto che sia così!