Report operatori: Fastweb in netta crescita, TIM quella che investe di più, e non solo in Italia (foto)

Matteo Bottin

L’Area Studi Mediobanca sul settore Tlc ha pubblicato un’indagine riguardante i maggiori operatori italiani, europei ed internazionali per il 2018. I dati che ne emergono sono sicuramente molto interessanti.

Innanzitutto, nel mercato europeo il nostro è il quarto per dimensioni, dietro a Germania, Regno Unito e Francia. In termini di Pil nazionale, in Italia il settore delle telecomunicazioni rappresenta l’1,8%, mentre raggiunge ben il 5,9% degli investimenti complessivi (al netto dell’asta per le frequenze 5G). Il mercato, nel 2018, ha subito una leggera flessione (31,6 miliardi di euro, ovvero il -2%) dovuto principalmente al calo del settore mobile (-5,3%).

Fa ben sperare però l’aumento degli investimenti in infrastrutture (8,4 miliardi di euro, +17%) per i quali TIM è suprema leader: nel 2018 ha investito il 34,7% del fatturato, più in alto di colossi come AT&T (12,2%) e Vodafone Group (18,5%). TIM è sempre prima anche per quanto riguarda gli investimenti nel triennio 2016-18.

Se però si va a vedere il fatturato, sebbene TIM sia sesta a livello europeo (18,9 miliardi), l’unico operatore in crescita è Fastweb, con un +8,2% rispetto al 2017 e +24,6% rispetto a 5 anni fa. TIM cala del 4,2%, Vodafone del 5,6% e Wind Tre del 9,9% (tutti dati che comparano il 2018 al 2017). Il peggiore, però, è stato Tiscali, con un -18% rispetto al 2018 e -22,4% rispetto al 2014. Lo stesso trend è stato registrato nei primi 6 mesi del 2019.

LEGGI ANCHE: Amazon Black Friday 2019: tutti i buoni sconto e i coupon per risparmiare sulle offerte

Ma ci sono tanti altri dati nel report di Mediobanca: a metà del 2019 Iliad è vicina a Poste Mobile come quote di mercato (3,7% contro il 4%), il mercato statunitense delle telecomunicazioni è il più importante e Vodafone Group è l’operatore con maggiore solidità finanziaria.

Via: Corriere ComunicazioniFonte: Mediobanca