Il mercato dei tablet si restringe: Apple resta la regina, ma c’è chi raddoppia la sua quota e scavalca Samsung (foto)

Roberto Artigiani

Le analisi delle spedizioni di tablet per il terzo trimestre dell’anno parlano chiaro: il mercato sta continuando a restringersi con un calo quantificato attorno al 4% rispetto allo stesso periodo del 2018. In questo scenario di consolidamento Apple rimane comunque la regina del settore grazie a un mix bilanciato di prodotti di alto livello (iPad Pro) e modelli a prezzi più contenuti (gli ultimi iPad di settima generazione sono stati lanciati allo stesso presso dei precedenti).

Mentre a Cupertino stanno puntando sui servizi come valore aggiunto per i propri dispositivi (vedi Apple TV+) o su strumenti che ne possano allargare la flessibilità (come il supporto a tastiere fisiche o l’implementazione delle eSIM su tutti i modelli cellular), Samsung non ottiene risultati analoghi con la sua offerta di tablet di fascia alta e media equipaggiati con Android o Windows. Dallo scenario dipinto da Strategy Analytics c’è un produttore che risalta su tutti: Amazon.

Il gigante del commercio online infatti si è fatto forte di un Prime Day (luglio) particolarmente positivo e di un ecosistema ricco e variegato, tanto da riuscire a scalzare Samsung e prendersi il secondo gradino del podio. L’azienda di Jeff Bezos infatti ha visto le sue spedizioni crescere del 141% in un anno arrivando ad occupare il 14% del mercato globale dei tablet.

LEGGI ANCHE: Il Black Friday si sta avvicinando

Difficile però non leggere queste cifre senza tenere conto delle difficoltà di Huawei – quarta in classifica – che, a causa del ban imposto dal governo USA, ha fatto registrare numeri decisamente negativi (-18% di spedizioni, meno di un punto e mezzo di mercato). La diminuzione del suo appeal in occidente ha lasciato spazi anche alla rivale Lenovo che ha visto le sue spedizioni crescere dell’8% e ora rappresenta il 6,6% del settore.

Ragionando invece in termini di sistema operativo Android continua ad essere largamente predominante anche se iOS/iPadOS (così ribattezzato con il rilascio della versione 13 lo scorso settembre) ha racimolato un paio di punti sul mercato, principalmente a discapito di Windows. Chiudiamo con una nota sulla piccola, ma simbolicamente importante quota occupata da ChromeOS, assente lo scorso anno, ora rappresenta lo 0,3% di tutti i tablet.

Via: Business WireFonte: Strategy Analytics
  • T. P.

    vabbeh ma i prezzi sono decisamente diversi…