Iliad supera le 1000 antenne di proprietà in Italia

Emanuele Cisotti

È passato un anno e mezzo dal lancio ufficiale di Iliad in Italia e l’azienda da quel momento non ha mai smesso di mettere in piedi la sua infrastruttura. Come si sa l’azienda è partita appoggiandosi alla rete Wind, con la promessa però di creare una sua rete di proprietà installando nuove antenne, sfruttando le nuove possibilità aperte dalla fusione Wind-3 e dalla successiva ottimizzazione dei loro servizi.

Ad oggi il sito LTEItaly riporta l’installazione di 1.061 antenne Iliad di proprietà, sicuramente ancora “poche” ma un bel traguardo dopo questo lasso di tempo ancora esiguo (per la vita di un operatore medio). La distribuzione di queste antenne non è però omogenea. 612 di queste antenne sono al nord, 278 al centro e 170 al sud e nelle isole. In più sono ancora tante le regioni che non hanno all’attivo nessuna antenna Iliad di proprietà: Valle D’Aosta, Trentino Alto-Adige, Molise, Basilicata, Calabria e Sardegna. Non si tratta sicuramente di discriminazione però: è ovviamente un lavoro lungo e complesso e si tratta sicuramente solo di un lavoro scaglionato.

Le oltre 1.000 antenne di Iliad sono sicuramente un buon risultato e confermano l’intento dell’azienda nel diventare un vero operatore indipendente. La strada è però ancora lunga. Per confronto TIM, WindTre e Vodafone hanno ciascuna all’attivo oltre 18.000 antenne. Ovviamente i dati riportati da LTEItaly potrebbero non essere precisi, ma il margine di errore è sicuramente poco rilevante.

  • Paolo

    Dobbiamo solo ringraziare Iliad che ha rivoluzionato il mercato mobile in Italia

  • Mauro Alessandrini

    Uso iliad da una settimana e va a bomba.