iPad 7 smontato da iFixit: il display separato dal vetro è un pregio per le riparazioni fai da te, ma quanta colla!

Edoardo Carlo Ceretti

A fianco degli attesissimi iPhone 11, iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max, Apple ha presentato anche l’iPad di settima generazione, che – proprio come i fratelli maggiori della serie iPad Pro – vanta il supporto alla Pencil e la presenza dello Smart Connector per il collegamento di una tastiera fisica, ma anche un prezzo di listino che parte da soli 389€. iPad 7 è molto bello fuori, ma sarà altrettanto bello anche dentro?

A svelarlo, come di consueto, ci hanno pensato i ragazzi di iFixit, che hanno smontato il nuovo tablet firmato Apple, valutandone il grado di riparabilità fai da te e mostrandone la componentistica interna. Aprire iPad 7 è subito un’impresa, a causa della tanta colla che lo tiene insieme e che aumenta il rischio di una rottura accidentale del vetro o altre componenti mentre ci si cimenta. Il massiccio utilizzo di colla rende anche più difficile del previsto la sostituzione di batteria e logic board, aspetto che non depone a suo favore.

LEGGI ANCHE: iPadOS e iOS 13.1 disponibili al download

La nota positiva è però il display, non full-lamineted. Se da un lato ciò comporta una qualità visiva inferiore, dall’altro consente di sostituire il vetro lasciando al suo posto il pannello LCD vero e proprio, diminuendo drasticamente i costi per i pezzi di ricambio e dunque per la riparazione fai da te. Non bene invece il fatto che la porta Lightning – altra componente che spesso capita di dover riparare – sia saldata alla scheda madre, complicando enormemente un’eventuale sostituzione. Alla luce di tutto ciò, iFixit ha valutato con soltanto 2 punti su 10 il grado di riparabilità di iPad 7.

Fonte: iFixit