Samsung centra un altro primato: è suo il sensore di immagine da 44 MP con i pixel più piccoli al mondo

Edoardo Carlo Ceretti Pixel da 0,7μm e dimensioni ultra compatte, per lasciare più spazio ad altre componenti interne più voluminose e per assecondare smartphone sempre più sottili.

Se il record dei 64 megapixel del sensore di immagine da smartphone ISOCELL Bright GW1 ha avuto vita breve, per colpa degli oltre 100 megapixel di Xiaomi Mi MIX Alpha, Samsung suona nuovamente la carica annunciando il nuovo sensore di immagine ISOCELL Slim GH1, super compatto e dotato dei pixel più piccoli al mondo.

La risoluzione nativa è di 43,7 megapixel e ciascun pixel ha una dimensione di 0,7μm, ovvero la più ridotta mai raggiunta. Gli appassionati di fotografia a questo punto potrebbero obiettare che contare su pixel di tali dimensioni non sia affatto un vantaggio, ma questo ostacolo è superato grazie alla tecnologia Tetracell, che permette di unire più pixel in uno per catturare maggiore luce e raggiungere una dimensione equivalente di 1,4μm.

LEGGI ANCHE: Recensione Samsung Galaxy Note 10+

Le dimensioni così compatte del sensore però garantiscono maggiore spazio al resto della componentistica interna, oltre ai permette ai produttori di osare con design sempre più arditi e spessori sempre più ridotti. ISOCELL Slim GH1 potrebbe infatti anche essere adottato come sensore anteriore di eccellente qualità, grazie al supporto alla ripresa video in 4K a 60 fps, alla stabilizzazione elettronica (EIS), all’HDR avanzato, al Super PD per l’autofocus e altro ancora.

Samsung conta di iniziare la produzione di massa del nuovo sensore entro la fine dell’anno, dunque lo vedremo integrato nei primi smartphone a partire dai primi mesi del 2020.

Fonte: Samsung
  • Gabriele

    beh, non mi sembra un primato di cui vantarsi, binning o non binning