WhatsApp stacca la spina ad iOS 8: dal 1° febbraio 2020 fine del supporto

Edoardo Carlo Ceretti E, come già noto, dal 31 dicembre 2019 verrà mandata definitivamente in pensione la versione per Windows Phone.

Mentre i possessori di iPhone di tutto il mondo sono alle prese con l’aggiornamento ad iOS 13, vi parliamo di una versione ben più antiquata, ormai installata soltanto su modelli pronti per diventare pezzi da museo. Ci riferiamo ad iOS 8, tornato improvvisamente agli onori della cronaca per merito di WhatsApp.

Il più diffuso servizio di messaggistica istantanea ha infatti aggiornato i suoi requisiti minimi di compatibilità con le app che sviluppa, chiudendo definitivamente la porta proprio ad iOS 8. Il termine definitivo del supporto è fissato per il 1° febbraio 2020, quando l’app di WhatsApp non sarà più installabile sui dispositivi fermi a quella versione, né sarà più possibile verificare il proprio account nel caso fosse ancora presente nella memoria interna.

LEGGI ANCHE: Resuscitare un Windows Phone con le app Android? Ecco come provarci

iOS 8 venne lanciato nel 2014 insieme alla nuova serie iPhone 6, mentre la compatibilità arrivava fino ai vecchi iPhone 4S, i quali poi sono stati aggiornati fino ad iOS 9. Insomma, molto difficilmente avrete a casa un iPhone ancora fermo a questa versione del sistema operativo mobile di Cupertino, dunque la novità odierna non creerà particolari disagi.

Infine, ricordiamo che, dal 31 dicembre 2019, WhatsApp scriverà la parola fine al supporto della sua app per Windows Phone, sistema operativo di Microsoft ormai da anni abbandonato e dunque anche in questo caso la notizia non assumerà una grande risonanza.