Apple “dimentica” una vulnerabilità ed è subito jailbreak

Giuseppe Tripodi Qualche settimana fa è stato rilasciato iOS 12.4 e, dopo anni, è subito disponibile il jailbreak: come mai?

È passato un po’ dall’ultima volta che abbiamo sentito parlare di jailbreak. L’idea di sbloccare l’iPhone, molto in voga anni fa, è diventata sempre più marginale: sia perché oggi ci sono molte meno ragioni per voler eseguire il jailbreak, sia perché Apple ha ridotto moltissimo le possibilità di attacco al suo sistema operativo. Non c’è da dimenticarsi, infatti, che eseguire il jailbreak vuol dire sostanzialmente “hackerare” il dispositivo: sfruttare una falla del sistema operativo per ottenere maggior controllo di quanto previsto da Apple.

Proprio per questa ragione, con gli anni il jailbreak è diventato sempre più difficile, specialmente su versioni di iOS appena rilasciate come in questo caso: iOS 12.4 è stato pubblicato meno di un mese fa, ma il famoso ricercatore di sicurezza Pwn20wnd ieri ha rilasciato il suo jailbreak per quest’ultima release.

LEGGI ANCHE: Apple a caccia di bug: iPhone “speciali” e grossi premi per i ricercatori di sicurezza

Secondo quanto riportato da Motherboard, l’hacker ha sfruttato una vulnerabilità che era stata già fixata con iOS 12.3 e che, per qualche ragione, è tornata ad essere attiva con iOS 12.4. Questo porta alla possibilità di eseguire un jailbreak completo sull’ultima versione di iOS, ma espone anche iPhone e iPad ad eventuali (e facili) attacchi hacker.

Verosimilmente Apple rilascerà presto iOS 12.4.1 per fixare questa vulnerabilità: se volete un dispositivo più sicuro non dovete far altro che aspettare qualche settimana, ma se invece preferite la libertà del jailbreak…beh, dovreste sbrigarvi ad approfittare di quest’occasione, più unica che rara.