Siete pronti a dire addio al 3G? Potrebbe mancare poco alla sua fine

Enrico Paccusse Secondo la fonte, più di un gestore inizierà a dismettere le frequenze a partire dal 2020

Il 3G potrebbe avere i giorni contati. L’espansione sempre più vasta del 4G e la nascita delle prime reti 5G stanno creando le condizioni ottimali per l’abbandono di una tecnologia che per molto tempo è stata il punto di riferimento in quanto a performance di connessione.

Secondo le indiscrezioni riportate da Tariffando, più di un operatore starebbe infatti pensando di dismettere le frequenze relative alla connettività 3G a partire dal 2020, dato che stanno sempre più diventando un peso: tenere accese le antenne è impegnativo per l’energia elettrica necessaria, e i costi stanno ormai superando i benefici.

LEGGI ANCHE: Vodafone e TIM si uniscono per il 5G

La notizia riguarderebbe anche il 3,5G – UMTS, HDSPA, HSPA+ e simili – ma non il 2G, che rimane utile per l’IoT (Internet of Things), per i dispositivi di allarme e per i vecchi telefonini. L’unico problema si pone laddove il 4G non è presente, poiché gli utenti sarebbero costretti a retrocedere ad una velocità inferiore al 3G. Non allarmatevi troppo comunque, al momento si tratta solo di indiscrezioni.

Via: Tariffando