Bombastic Brothers: come sarebbe Metal Slug se fosse free-to-play (recensione)

Giorgio Palmieri -

Recensione Bombastic Brothers – Abbiamo visto più volte Metal Slug sui telefoni, ma mai in un’incarnazione moderna, capace di reinventarsi in chiave mobile, senza snaturare il genere d’appartenenza. Bombatic Brothers ci prova al posto suo: ecco la nostra recensione.

Editore My.com
Sviluppatore Fast Forward Studio
Piattaforme Android, iOS
Genere Azione
Modalità di gioco Singolo giocatore
Lingua Italiano
Prezzo e acquisto Gratuito con acquisti in-app (Android) (iOS)

Gratis è bello. Ma non sempre

Bombastic Brothers prende lo sparatutto a scorrimento orizzontale in salsa arcade e lo contestualizza nell’ambiente mobile di declinazione free-to-play. La sola lettura potrebbe farvi già scappare a gambe levate, ma non tutti i mali vengono per nuocere. Certo, c’è da dimenticarsi del bilanciamento praticamente competitivo di Metal Slug, o quello del mitico Contra, in quanto il titolo in questione sposa la canonica progressione di contaminazione ruolistica, dove i danni del giocatore sono strettamente legati al livello e all’equipaggiamento indossato. Ciò significa che, se il vostro personaggio avrà un valore di forza sotto la soglia richiesta da uno specifico livello, difficilmente riuscirete a superarlo.

Anche i controlli subiscono dei cambiamenti: la scelta del bersaglio a cui sparare avviene in automatico, in base al nemico più vicino, mentre il resto delle azioni è nelle mani del giocatore, che può saltare e muoversi liberamente schivando i proiettili in arrivo, o persino scatenare delle potenti abilità in campo, le quali si ricaricano nel tempo. Ogni eroe dispone di un set preciso, composto da un’arma e un paio di abilità, potenziabili sia salendo di livello che aprendo le casse, dove si celano sia armi (differenti nel rateo di fuoco e nell’ampiezza) che pezzi d’armatura. Vi sono anche delle bustine grazie alle quali potrete sbloccare nuovi personaggi, che dispongono, appunto, di abilità e armi specifiche.

Nulla che non si sia già visto in altri generi, ma è l’azione a distinguersi: emergono boss con schemi d’attacco unici, livelli a bordo di veicoli e classiche scorribande da un punto all’altro del livello mentre si abbatte tutto ciò che sia in grado di muoversi, in una durata che difficilmente supera un paio di minuti per missione, proprio per valorizzare la fruizione mordi e fuggi. Peccato che, nonostante l’assoluta comodità, vi sia un’evidente semplificazione dei controlli che avrebbe beneficiato almeno di un aggancio semi-automatico, poiché l’automatizzazione riduce fin troppo l’interattività del giocatore.

Bisogna dunque accumulare valute su valute per tenere il passo con la difficoltà della campagna, ma il gioco non è così avaro e spregevole come altri prodotti su smartphone, quantomeno se lo si segue con costanza, e se si scende a patti con un sistema di pubblicità che premia ad ogni spot. Purtroppo però le modalità collaterali non sono un granché: per dire, l’arena competitiva è automatizzata e gli incarichi giornalieri ad ondate si svolgono in schermate statiche identiche tra loro. Insomma, si tratta di piccole attività messe in piedi per tenervi impegnati quotidianamente, e per l’ovvia raccolta continua di risorse, tra l’altro spendibili per potenziare i vari settori della base principale, un’operazione che richiede un’attesa in ore. In più, come lecito aspettarsi, esauriti i bonus quotidiani, il flusso di premi si affievolisce e non di poco. Lo ribadiamo, il modello free-to-play non è così aggressivo come altri titoli, ma le modalità secondarie dovevano essere più curate e divertenti, perché senza le loro ricompense sarà difficile, se non addirittura impossibile, procedere nella campagna, che è la parte migliore del pacchetto. Buona invece la veste grafica, che mescola elementi bidimensionali e treddì in un quadro che esplode di colori, ben definito, pulito e carismatico.

7.0

Giudizio Finale

Recensione Bombastic Brothers  Giudizio Finale – Bombastic Brothers è un surrogato dello sparatutto a scorrimento orizzontale, contestualizzato nel videogioco moderno da smartphone. Ciò comporta sia pregi che difetti: sta a voi scegliere quali pesano di più. Di certo, se preso senza troppi fronzoli, risulta un buon passatempo, oltre che molto bello da vedere quando si muove.

PRO CONTRO
  • La campagna è divertente, specie i boss
  • Controlli comodissimi
  • Colorato, vivace, pulito
  • I numeri contano (molto) di più dell’abilità
  • Azione semplificata
  • Modalità collaterali altalenanti

Trailer

Screenshot