Qualcomm 215 è il primo chip di fascia bassa a 64 bit

Giuseppe Tripodi

Qualcomm ha annunciato il suo nuovo chip per la fascia bassa del mercato, che per molti versi sarà una pietra miliare per gli smartphone economici. Qualcomm 215 è infatti il primo chip di fascia bassa basato con CPU a 64 bit, ma oltre questo introduce anche tante altre novità mai viste prima in un SoC per dispositivi economici.

Ci sono infatti dieci grandi novità, che vengono introdotte per la prima volta in un chip Qualcomm si serie 2xx; di seguito un rapido elenco di cosa cambierà:

  • CPU a 64 bit
  • Doppio ISP
  • Supporto a fotocamere fino a 13 megapixel
  • Supporto a registrazione video Full HD (1080p)
  • Suporto per display con risoluzione HD+
  • DSP per per elaborazione di audio e dati dei sensori
  • Supporto a Dual SIM (con doppia connettività dati)
  • WiFi 802.11ac
  • Supporto a NFC per i pagamenti su Android
  • EVS (Ultra HD Voice Calls)

Avere una CPU basata su architettura 64 bit è fondamentale, poiché tutta l’industria mobile si sta spostando verso applicazione sviluppate a 64 bit: a tal proposito, a partire dal 1 agosto 2019, tutte le app pubblicate sul Play Store dovranno avere una versione compilata a 64 bit.

LEGGI ANCHE: Cosa cambia nella sicurezza degli smartphone con Snapdragon 855

Tra le altre grandi novità di rilievo merita una menzione l’introduzione del doppio ISP (Image Signal Processor) che permette quindi di utilizzare due fotocamere, magari per avere zoom ottico e percezione della profondità.

Ma andiamo anche a snocciolare un po’ di numeri: il WiFi 802.11ac porta la velocità massima di download a 433 Mbps, mentre la CPU a 64 bit offre performance fino al 50% superiori rispetto a Snapdragon 212. Inoltre, la presenza di DSP Qualcom Hexagon permette (teoricamente) 5 giorni di riproduzione musicale e la GPU Adreno 308 permette di arrivare a 10 ore di riproduzione video. Infine, Qualcomm 215 supporta la tecnologia Quick Charge, che garantisce una velocità di ricarica del 75% superiore rispetto ai caricatori tradizionali.

I primi device basati su Qualcomm 215 saranno disponibili nella seconda metà del 2019.