Non lamentatevi se la Dark Mode non è nera: il grigio va benissimo per risparmiare batteria

Giuseppe Tripodi -

La Dark Mode è una delle funzionalità più chiacchierate degli ultimi tempi, dato che finalmente sia Apple che Google hanno deciso di implementare un design scuro sulle prossime versioni dei loro sistemi operativi, iOS 13 e Android Q.

Come ben sapranno i fan degli schermi OLED, questo tipo di display consuma meno batteria con colori scuri, e il motivo di questo risparmio viene spesso riassunto con questa frase, diventata una specie di mantra: negli schermi OLED, i pixel neri sono spenti e, quindi, non consumano batteria.

Il che è vero, ma questo porta gli utenti a chiedersi perché i temi scuri non siano effettivamente neri, considerando che sia Apple che Google utilizzano un grigio scuro per la loro interfaccia. Insomma, perché non risparmiare batteria il più possibile?

La ragione è piuttosto semplice: perché la differenza di consumo tra pixel neri e pixel grigio scuro è assolutamente trascurabile. Lo ha spiegato Dylan Rega con un bel post su XDA, di cui andiamo a riassumere i dati più interessanti.

Basandosi sul Dark Theme di Google Material (che usa #121212 come tonalità di grigio) l’autore ha monitorato la situazione sul suo OnePlus 7 Pro, confrontando i consumi per un’immagine completamente nera, un’immagine grigio scuro e un’immagine bianca. In primo luogo, bisogna tener presente che, a prescindere da tutto, il display in questione prevede un consumo fisso di 400mW: questa energia serve semplicemente per permettere allo smartphone di comunicare con lo schermo, che deve essere pronto a mostrare un’immagine.

Ora, assumento una luminosità di 100 nits, i valori teorici calcolati sono i seguenti:

  • Immagine nera (ossia schermo “spento”): 400mW
  • Immagine bianca: 800mW
  • Immagine grigio scuro (#121212): 401.2mW

Si tratta di una differenza dello 0,3%. Ma se i valori teorici non bastano, l’autore si è spinto oltre, monitorando il reale consumo per 5 minuti:

  • Immagine nera (ossia schermo “spento”): 600mW
  • Immagine bianca: 1000mW
  • Immagine grigio scuro (#121212): 600-610mW

Quindi, tirando le somme: sì, un’immagine completamente nera utilizzerà meno energia rispetto ad un’immagine grigio scuro, ma la differenza di consumo è vicina allo 0%. Per dare un’idea di quanto influisca lo 0,5%, facciamo un calcolo (piuttosto arbitrario e assolutamente poco accurato): ipotizzando un’autonomia di 10 ore con il tema grigio scuro,  passando ad un tema completamente nero la batteria durerebbe circa 10 ore e 3 minuti. Una variazione praticamente ininfluente.

Per saperne di più sul tema e per approfondire le misurazioni e i calcoli eseguiti da Dylan Rega, vi rimandiamo al post originale su XDA.