Cosa cambia nella sicurezza degli smartphone con Snapdragon 855

Giuseppe Tripodi

È un argomento decisamente di nicchia, ma qualche possessore di uno smartphone con Snapdragon 855 sarà piacevolmente sorpreso: questo chip di Qualcomm è diventato il primo SoC mobile a ricevere la certificazione di sicurezza Smart Cart Equivalent.

In particolare, lo Snapdragon 855 gode ora della certificazione Common Criteria EAL-4+, massimo standard di sicurezza per la memorizzazione dei dati, che lo pone al pari di una smart card.

LEGGI ANCHE: Snapdragon 865 e il prossimo Exynos potrebbero essere prodotti con la stessa tecnologia

Questo è stato possibile grazie alla Qualcomm Secure Processing Unit (SPU), secure element integrato nella piattaforma che garantisce la possibilità di utilizzare un device dotato di Snapdragon 855 come una smart card. Di seguito il comunicato stampa ufficiale della società.

Qualcomm Snapdragon 855 diventa il primo SoC mobile a ricevere la certificazione di sicurezza Smart Card Equivalent

– L’unità di elaborazione sicura può eseguire applicazioni con un elevato grado di garanzia, supportate in precedenza solo da chip di sicurezza esterni, consentendo così agli OEM di risparmiare sulla distinta base –

Milano — 26 giugno 2019 — Qualcomm Technologies, Inc., sussidiaria di Qualcomm Incorporated (NASDAQ: QCOM), ha annunciato che l’unità di elaborazione sicura Qualcomm®, un elemento di sicurezza on-die recentemente lanciato come elemento della piattaforma mobile Qualcomm® Snapdragon™ 855, ha ricevuto la certificazione di sicurezza Common Criteria EAL-4+, lo standard massimo assegnato alle smart card per la garanzia di sicurezza e la verifica dell’hardware. La certificazione riconosciuta a livello internazionale fa di Snapdragon 855 il primo System on Chip (SoC) mobile a ottenere la garanzia di sicurezza a livello di smart card. L’unità integrata di elaborazione sicura Qualcomm consente ai clienti OEM di Qualcomm Technologies di risparmiare sui sulla distinta base (Bill of Materials – BOM) senza sacrificare la sicurezza e offre miglioramenti in termini di performance e potenza derivanti dall’integrazione nel nodo di elaborazione principale.

“Il conseguimento della certificazione di sicurezza EAL-4+ rappresenta un momento chiave nel nostro percorso verso l’offerta di livelli di sicurezza per smart card ai nostri clienti e agli utenti di Snapdragon. I casi d’uso che prima richiedevano chip di sicurezza separati potranno ora essere completamente integrati nei device supportati da Snapdragon 855,” ha affermato Jesse Seed, senior director, product management, Qualcomm Technologies, Inc. “Questa certificazione è un’ulteriore conferma delle assolute innovazioni che Snapdragon 855 porta sul mercato e della continua leadership di Qualcomm Technologies nella sicurezza integrata.”