Anche OmniVision sale sul treno dei 48 MP con il suo nuovo sensore OV48B

Anche OmniVision sale sul treno dei 48 MP con il suo nuovo sensore OV48B
Matteo Bottin
Matteo Bottin

OmniVision non è una delle aziende più conosciute in ambito smartphone, ma non per questo i suoi sensori non vengono utilizzati (il Motorola Moto P30 Note ne è un esempio). A quasi un anno di distanza dall'annuncio del Sony IMX586 anche OmniVision sale sul treno dei sensori da 48 MP grazie al suo nuovo OV48B.

OV48B è il primo sensore da 48 MP prodotto dall'azienda, è creato tramite la tecnologia proprietaria PureCel Plus e è dotato di pixel della dimensione di 0,8 micrometri. Grazie alle interfacce MIPI DPHY e CPHY e allo zoom digitale, il sensore può essere utilizzato in contesti diversi, con lenti standard, grandangolari o con teleobiettivi.

In condizioni di bassa luminosità il sensore è in grado di passare alla modalità a 12 MB che usa il binning per ottenere immagini migliori. Inoltre troviamo microlenti PDAF 2x2 per l'autofocus in condizioni di bassa luminosità.

I possibili output del sensore sono: 48 MP e 12 MP (con il binning) per le foto e 4K (60 fps), 2K (60 fps), 1080p (240 fps) e 720p (480 fps) per i video. La disponibilità è fissata per il Q4 2019. Che riesca a penetrare in un mercato occupato principalmente da Sony e Samsung?

Commenta