Abbiamo provato il 5G Vodafone a Milano con Xiaomi e LG (video)

Emanuele Cisotti -

Il 5G è disponibile in Italia. Avremmo in altre circostanze detto “finalmente disponibile”, ma è innegabile come il mercato abbia spinto questa volta per un’adozione di questa tecnologia più rapida rispetto a quanto successo in passato. Vodafone è stata la prima a farsi trovare pronta e ad aver lanciato la sua offerta commerciale nel nostro paese.

Lo ha fatto partendo da 5 città: Milano, Bologna, Torino, Napoli e Roma. Noi oggi siamo andati a Milano per testare il servizio nella città dove si hanno più informazioni sulla copertura, che è ben dell’80% del territorio cittadino. Oltre alla città sono coperte in parte anche i 28 comuni limitrofi di Assago, Bollate, Bresso, Carugate, Cassina de’ Pecchi, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cusano Milanino, Garbagnate Milanese, Lainate, Legnano, Melegnano, Novate Milanese, Opera, Parabiago, Pessano con Bornago, Pioltello, Rho, Rozzano, San Donato Milanese, San Giorgio su Legnano, San Giuliano Milanese, Sedriano, Segrate, Senago, Sesto San Giovanni, Solaro e Trezzano sul Naviglio. Per informazioni sulle offerte Vodafone che includono il 5G e per i costi vi rimandiamo a questo articolo.

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Al momento i due smartphone disponibili per il test (e per l’acquisto) sono Xiaomi Mi MIX 3 5G e LG V50 (qui la nostra anteprima). Entrambi gli smartphone hanno un SoC Qualcomm Snapdragon 855 e un modem 5G Snapdragon X50. Nei test svolti oggi lo smartphone Xiaomi si è dimostrato più veloce, ma la questione è completamente aperta, considerando che questa sono le prime vere prove sul campo e che ogni minimo aggiornamento della rete o del firmware dei telefoni potrebbe stravolgere questi risultati.

Le velocità che si raggiungono sono di oltre 500 Mbps in download e oltre 50 Mbps in upload. Le velocità hanno ovviamente ancora un ampio margine di miglioramento, ma è sopratutto l’upload che beneficerà dei prossimi aggiornamenti. Ad oggi la banda disponibile per Vodafone è di 80MHz nella frequenza dei 3.700MHz, ma a Milano ne può usare solo 60MHz (gli altri sono ancora riservati alle sperimentazioni). Di questi 80MHz, l’80% sono destinati al download e il 20% all’upload. Questa divisione è il frutto di un accordo fra i vari operatori per realizzare una rete omogenea, e rispecchia in buona parte le necessità degli utenti (e anche come la banda viene già divisa in LTE, Fibra, ecc…). Un miglioramento dell’upload, che ad oggi non è troppo dissimile dai risultati in 4G, lo avremo quando al tecnologia permetterà di aggregare la velocità di upload 5G a quella 4G. È previsto dal protocollo 5G, ma non è ancora implementato.

Anche il ping è ancora lontano da quello che può fare la tecnologia 5G. Il risultato si attesta solitamente fra i 20 e i 25ms, buono ma non ancora adatto ad utilizzi davvero realtime. Vodafone ci ha confermato che quello che vediamo oggi è solo una base di partenza e che verrà migliorato il risultato nel corso dei mesi, continuando a testare a correggere la rete. Abbiamo testato il tutto con delle sessioni di gioco in cloud gaming con NVIDIA GeForce Now e Overwatch. Abbiamo giocato alla massima risoluzione e senza mai un delay per circa 10 minuti, connessi via tethering ad uno Xiaomi Mi MIX 3 5G. Un risultato che con una fibra FTTC non eravamo riusciti ad ottenere. Non è un test definitivo e non è una cosa impossibile da fare in 4G, ma il test senza intoppi a 2 giorni dal lancio della rete è stata una bella sorpresa.

Per quanto riguarda l’autonomia dello smartphone uno speedtest è sicuramente un’operazione gravosa per lo smartphone, ma nella vita reale un download avverà in tempi decisamente più contenuti, permettendovi di risparmiare comunque batteria. Ci sono poi altri accorgimenti per i modem 5G che verranno implementati in futuro. Una nota: uno speedtest in 5G consuma oltre 700MB di dati.

Il test di oggi è stato interessante, benché sia solo un piccolo tassello di quello che sarà davvero il 5G nei prossimi anni con l’arrivo del 5G millimiter wave, con le applicazioni per la mobilità cittadina, per l’IoT e per altre tecnologie futuristiche. Il giro su strada con Vodafone ci ha fatto vedere la punta dell’iceberg, ma è bello vedere come l’azienda sia pronta a scommettere su questo futuro.

Xiaomi Mi MIX 3 5G

Xiaomi Mi MIX 3 5G

  • CPU
    octa 2.84 GHz
  • Display
    6,39" FHD+ / 1080 x 2340 px
  • RAM
    6 GB
  • Frontale
    24 Mpx
  • Fotocamera
    12 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    3800 mAh
LG V50 ThinQ

LG V50 ThinQ

8.0

  • CPU
    octa 2.84 GHz
  • Display
    6,4" QHD+ / 1440 x 3120 px
  • RAM
    6 GB
  • Frontale
    8 Mpx ƒ/1.9
  • Fotocamera
    12 Mpx ƒ/1.5
  • Batteria
    4000 mAh