Abbiamo provato il 5G Vodafone a Milano con Xiaomi e LG (video)

Emanuele Cisotti -

Il 5G è disponibile in Italia. Avremmo in altre circostanze detto “finalmente disponibile”, ma è innegabile come il mercato abbia spinto questa volta per un’adozione di questa tecnologia più rapida rispetto a quanto successo in passato. Vodafone è stata la prima a farsi trovare pronta e ad aver lanciato la sua offerta commerciale nel nostro paese.

Lo ha fatto partendo da 5 città: Milano, Bologna, Torino, Napoli e Roma. Noi oggi siamo andati a Milano per testare il servizio nella città dove si hanno più informazioni sulla copertura, che è ben dell’80% del territorio cittadino. Oltre alla città sono coperte in parte anche i 28 comuni limitrofi di Assago, Bollate, Bresso, Carugate, Cassina de’ Pecchi, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cusano Milanino, Garbagnate Milanese, Lainate, Legnano, Melegnano, Novate Milanese, Opera, Parabiago, Pessano con Bornago, Pioltello, Rho, Rozzano, San Donato Milanese, San Giorgio su Legnano, San Giuliano Milanese, Sedriano, Segrate, Senago, Sesto San Giovanni, Solaro e Trezzano sul Naviglio. Per informazioni sulle offerte Vodafone che includono il 5G e per i costi vi rimandiamo a questo articolo.

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Al momento i due smartphone disponibili per il test (e per l’acquisto) sono Xiaomi Mi MIX 3 5G e LG V50 (qui la nostra anteprima). Entrambi gli smartphone hanno un SoC Qualcomm Snapdragon 855 e un modem 5G Snapdragon X50. Nei test svolti oggi lo smartphone Xiaomi si è dimostrato più veloce, ma la questione è completamente aperta, considerando che questa sono le prime vere prove sul campo e che ogni minimo aggiornamento della rete o del firmware dei telefoni potrebbe stravolgere questi risultati.

Le velocità che si raggiungono sono di oltre 500 Mbps in download e oltre 50 Mbps in upload. Le velocità hanno ovviamente ancora un ampio margine di miglioramento, ma è sopratutto l’upload che beneficerà dei prossimi aggiornamenti. Ad oggi la banda disponibile per Vodafone è di 80MHz nella frequenza dei 3.700MHz, ma a Milano ne può usare solo 60MHz (gli altri sono ancora riservati alle sperimentazioni). Di questi 80MHz, l’80% sono destinati al download e il 20% all’upload. Questa divisione è il frutto di un accordo fra i vari operatori per realizzare una rete omogenea, e rispecchia in buona parte le necessità degli utenti (e anche come la banda viene già divisa in LTE, Fibra, ecc…). Un miglioramento dell’upload, che ad oggi non è troppo dissimile dai risultati in 4G, lo avremo quando al tecnologia permetterà di aggregare la velocità di upload 5G a quella 4G. È previsto dal protocollo 5G, ma non è ancora implementato.

Anche il ping è ancora lontano da quello che può fare la tecnologia 5G. Il risultato si attesta solitamente fra i 20 e i 25ms, buono ma non ancora adatto ad utilizzi davvero realtime. Vodafone ci ha confermato che quello che vediamo oggi è solo una base di partenza e che verrà migliorato il risultato nel corso dei mesi, continuando a testare a correggere la rete. Abbiamo testato il tutto con delle sessioni di gioco in cloud gaming con NVIDIA GeForce Now e Overwatch. Abbiamo giocato alla massima risoluzione e senza mai un delay per circa 10 minuti, connessi via tethering ad uno Xiaomi Mi MIX 3 5G. Un risultato che con una fibra FTTC non eravamo riusciti ad ottenere. Non è un test definitivo e non è una cosa impossibile da fare in 4G, ma il test senza intoppi a 2 giorni dal lancio della rete è stata una bella sorpresa.

Per quanto riguarda l’autonomia dello smartphone uno speedtest è sicuramente un’operazione gravosa per lo smartphone, ma nella vita reale un download avverà in tempi decisamente più contenuti, permettendovi di risparmiare comunque batteria. Ci sono poi altri accorgimenti per i modem 5G che verranno implementati in futuro. Una nota: uno speedtest in 5G consuma oltre 700MB di dati.

Il test di oggi è stato interessante, benché sia solo un piccolo tassello di quello che sarà davvero il 5G nei prossimi anni con l’arrivo del 5G millimiter wave, con le applicazioni per la mobilità cittadina, per l’IoT e per altre tecnologie futuristiche. Il giro su strada con Vodafone ci ha fatto vedere la punta dell’iceberg, ma è bello vedere come l’azienda sia pronta a scommettere su questo futuro.

  • eitreb

    Il fatto che usino 60 MHz invece che 80 a Milano può essere dato dal fatto che avendo fatto il test hanno montato le antenne prima, quindi prototipi che non supportano più di 60 MHz. Inoltre al nord, a differenza di centro e sud, usano Nokia, che è più indietro di Huawei nello sviluppo 5G

  • Tiziano

    700 mega per uno speedtest? Alimortacci de Pippo! Che piano dati bisogna avere per navigare sereni? 1 tera al mese?

    • centrale

      Sì, non credo ti metterai a fare speedtest ogni giorno

    • Immagino che poi con il 5g anche i piani dati saranno proporzionati

    • ginuzzi

      lol. altrimenti potrebbero includere l’app di speedtest in quelle promozioni che hanno la lista delle “app che non consumano dati”. liste attualmente occupate solo da social

    • andrea

      è sempre stato cosi anche in passato…quando si è passati dal 3g al 4g per esempio si è passati da piani da 1-2 gb a piani da 15-30 gb perchè il 4g consuma più dati del 3g….qua il salto sarà ancora più marcato ma vedrai che gli operatori adegueranno le loro offerte a questo consumo superiore

  • Tiwi

    insomma, promette bene, ma per adesso, non vale i 5€ mensili richiesti, anche xk, oltre a non vivere in una città coperta, non ho un telefono 5G

    • ginuzzi

      e in ogni caso oggi per averne adesso uno bisognerebbe sborsare un sacco di cash. si cmq concordo sul discorso della copertura. a meno che non abiti nei centri di qualche città importante non c’è nemmeno bisogno di discuterne per il momento.

  • JUDVS

    Potreste fare qualcosa per fixare il vostro Anti-Adblock?
    Uso uBlock Origin DISATTIVATO sul vostro sito ma continua a chiedere di disattivarlo

    • Roberto

      Con AdBlock avevo il tuo stesso problema quando utilizzavo la voce “sospendi”. Ho dovuto utilizzare la voce “Non eseguire su questo sito”. Non so se può esserti di aiuto con uBlock Origin …

      • JUDVS

        Dovrei provato
        Effettivamente credo che anche con uBlock, il tasto che uso io sia un semplice sospendi
        Appena riesco provo a metterlo nella whitelist e ti aggiorno
        In caso grazie mille

      • JUDVS

        Sono andato in whitelist e viene aggiunto automaticamente quando li disattivo, quindi niente, non riesco a risolvere

    • Potrebbe essere la rete da cui ti connetti? Ho provato più volte con uBlock Origin e non ho mai avuto problemi.

      • JUDVS

        Non credo, non ho alcun blocco strano sulla connessione

    • Cristopher99

      Mi viene in mente: hai Firefox anti-tracciamento abilitato?

      • JUDVS

        Sì!

  • maxdelay

    Io non sono contro, però visto che abbiamo già il 4g che al momento va più che bene, obbligherei i fornitori a fare dei test sulla sicurezza della salute di persone, animali e piante che queste frequenze comportano.
    Non vorrei che per andare un po piu veloci la dovessimo pagare con dei bei tumori …..

    Rifletteteci.
    Quando poi la macchina del 5g sarà partita sarà impossibile tornare indietro.

    • Massi

      Ci sono studi riguardo al 3g e sono tutto tranne che confortanti ovviamente ma col 5g sarà molto peggio perché non riguarderà solo la telefonia mobile ma tanti altri campi come per esempio la connettività delle automobili ,siamo davvero messi male perché sarà come abitare in un gigantesco microonde . Tutto questo per guadagnare in velocita’ e quindi “risparmio” economico ma la salute sicuramente ci andrà di mezzo
      Chi dice che il progesso tecnologico non può essere fermato dice stronzate simili alla questione del continuo ricatto del lavoro per la Chiusura domenicale parziale di tantissimi centri commerciali. Vedremo ma se non si fa qualcosa subito la salute peggiorerà sicuramente, ci sarebbe un dispositivo da adottare che dovrebbe,perche ‘ è tutto da verificare , diminuire l’impatto di questo microonde. Qui ,in generale e non su questo sito , si pensa agli smartphone 5g e quando costano e non alla nostra salute perché tanto già viviamo inquinati. Che trogloditi che siamo !!!

      • Cesare Vitali

        E’ troglodita chi vuole fermare il progresso tanto per fermarlo, senza studi di parte o chi invece va avanti, con studi di parte, per fare i propri interessi (con tutte le varianti nel mezzo). Secondo me entrambi, solo per propri interessi. E come la questione delle chiusure domenicali che citi, che sono un'”Enorme cagata” citando Paolo Villaggio, perchè non tutti vogliono o possono essere liberi il we. Invece di costringere a miopi e archeologiche chiusure domenicali, costringiamo le catene commerciali a rispettare i lavoratori con leggi serie e pene sicure… Ah si, dimenticavo, è difficile e probabilmente non popolare, fare leggi serie e farle rispettare… 😀

      • VitoM

        Sarei anche d’accordo con te se citassi almeno uno di questi studi. Tra l’altro, sai che stando vicino ad un motore elettrico vienni investito da onde elettromagnetiche… è il semplice modo di funzionare, tutto qui.

  • andrea

    Avanti tutta! Fare discorsi ora sulla sua reale utilità è sbagliato….è ovvio che la copertura sia ancora molto limitata ed è altrettanto ovvio che la stragrande maggioranza della popolazione non possiede un terminale 5g…in più per come sono messe ora le cose è innegabile che il 4g sia più che sufficiente per praticamente ogni tipo di operazione…però è giustissimo non fermarsi e non smettere mai di innovare….quindi avanti tutta con questa nuova rete ultra veloce e solo il tempo ci dirà quante “figate pazzesche” ci permetterà di fare!