Giochiamo poco, scarichiamo pochi giochi, ma sono queste app a trainare i veri guadagni (foto)

Matteo Bottin - Secondo il report di App Annie su mobile il 33% dei download e il 74% dei guadagni arriva dai videogiochi

“I giochi sono la fonte di maggior guadagno su mobile”. Questa affermazione ormai non stupirà più nessuno, ma è ciò che emerge (nuovamente) dal report “State of Mobile: 2019 and beyond” di App Annie, una società di ricerca di mercato specializzata sul mondo mobile.

I dati riguardanti i videogiochi sono i più interessanti: nel 2018 sono stati pubblicati ben 2,7 milioni di nuovi giochi su App Store e Google Play, e il 33% dei download totali di app da questi store deriva proprio da questa categoria.

Nonostante “solo” il 33% dei download, i videogiochi sono sicuramente redditizi: il 74% dei soldi spesi su mobile confluisce nella categoria, e ben il 95% di questo 74% arriva da acquisti in-app, mentre il restante viene speso per acquistare i videogiochi stessi. Insomma, il free-to-play con acquisti in-app sembra il modello più redditizio.

Ah, e non pensiate che siano solo i giovani a giocare: la maggior parte del tempo speso a giocare arriva da utenti con più di 25 anni (si veda la galleria). Nonostante i guadagni, il tempo che spendiamo a giocare è molto contenuto: solo il 10% del tempo di utilizzo totale viene speso sui videogiochi. Non è un dato sorprendente, se si pensa ai social network (che da soli occupano il 50% del tempo), alla messaggistica e alle app di video (15% del totale).

LEGGI ANCHE: Display pieghevole? Pfui! Fa tanto 2019… vuoi mettere uno smartphone con schermo avvolgibile?

Ultimo dato interessante prima di chiudere: i soldi spesi su mobile sono pari a 1,2 volte quello che si spende su PC e console combinate insieme. Che sia dovuto alla differenza di prezzo tra un titolo mobile e uno PC/console?

Via: Venture BeatFonte: App Annie