WhatsApp annuncia che perseguirà chi abusa della sua piattaforma: spam e fake news gli indiziati principali

Vincenzo Ronca

WhatsApp è una delle piattaforme di messaggistica istantanea più diffuse a livello globale con un numero di utenti enorme, e come tale deve anche fronteggiare abusi più o meno gravi del suo servizio.

La piattaforma ormai amministrata da Facebook ha comunicato che dal prossimo 7 dicembre perseguirà legalmente tutti gli utenti e le società che useranno il suo servizio in modo inappropriato. Questo si traduce in azioni legali contro chi diffonderà spam, fake news, messaggi di massa, ma anche contro chi vende dei tool promettendo di aggirare i limiti imposti dalla stessa WhatsApp al suo servizio.

LEGGI ANCHE: Fitbit Versa Lite, la recensione

A tal proposito WhatsApp ha già introdotto un servizio di apprendimento automatico collegato alla sua piattaforma di messaggistica per individuare questo tipo di comportamenti degli utenti, il quale si è dimostrato più efficiente dei metodi attuati in precedenza. La risoluzione di questo tipo di problemi è ancora lontana, in India si vendono dei device appositi a 14 dollari per aggirare i limiti imposti da WhatsApp alle chat.

Ulteriori informazioni potete trovarle al post ufficiale diffuso da WhatsApp sull’argomento ed al white paper pubblicato sul nuovo strumento di identificazione degli utenti inappropriati scaricabile a questo indirizzo.

Via: TechCrunchFonte: WhatsApp, Reuters