Facebook lancia Study, l’applicazione che vi paga per partecipare a ricerche di mercato

Enrico Paccusse - Inizialmente sarà disponibile solo negli Stati Uniti e in India, per chi ha più di 18 anni

Conoscere i propri utenti è il primo passo per ottimizzare un prodotto: questo Facebook lo sa già molto bene, e pare voler continuare su questa strada promuovendo la nuova applicazione Study, che consiste in ricerche di mercato con partecipazione volontaria e remunerata (sulla falsa riga di Google Opinion Rewards).

I partecipanti saranno invitati dalla stessa Facebook tramite alcune pubblicità (inizialmente solo negli Stati Uniti e in India). Cliccando si potrà controllare la propria idoneità ed eventualmente scaricare dal Play Store l’applicazione, che si ripromette di mettere al primo posto la sicurezza dei dati degli utenti, che saranno sempre in grado di sapere in che modo questi dati vengano usati.

LEGGI ANCHE: Il ban su Huawei torna a far paura. Il nuovo Matebook rinviato a data da definirsi

Il sistema di compensazione, di registrazione e di servizio clienti sarà gestito da Applause, un partner di lungo periodo di Facebook. Con il programma, l’applicazione sarà in grado di raccogliere informazioni come: le applicazioni installate nel proprio smartphone, il tempo speso su ognuna di esse, il paese di appartenenza, il tipo di dispositivo e di rete, e il nome delle attività di ogni applicazione, che potrebbero implicitamente comunicare le funzioni utilizzate per ognuna di esse.

Viene sottolineato che l’applicazione non raccoglie ID, password o qualsiasi altra informazione contenuta nello smartphone, come foto, video o messaggi. Ciò che viene raccolto inoltre non dovrebbe essere usato per rendere più specifiche le pubblicità a cui siamo sottoposti durante l’uso di Facebook. Per saperne di più, potete visitare la pagina ufficiale.

Fonte: Facebook
  • “l’applicazione sarà in grado di raccogliere informazioni come: le applicazioni installate nel proprio smartphone, il tempo speso su ognuna di esse, il paese di appartenenza, il tipo di dispositivo e di rete, e il nome delle attività di ogni applicazione”
    Praticamente un sistema di spionaggio dettagliato fino a ogni singolo click e tap sul telefono. Se non fosse volontaria, sarebbe cyberspionaggio vero e proprio, una sorveglianza di massa della popolazione di nazioni straniere, nella pratica un atto di guerra.
    NON USATELA!!!
    NON SCARICATELA NEMMENO!!!

    • Ale Raglione

      se mi pagassero almeno 3 dollari l’ora fosse per me possono pure guardare che porno sto guardando xD

  • Tiwi

    ahahahah