Non avrete più bisogno di un iPhone per usare un Apple Watch!

Nicola Ligas - Con watchOS 6 arrivano un App Store dedicato, nuove watch face e complicazioni e sempre più attenzione alla salute, senza dimenticarsi la privacy

Apple Watch ribadisce di essere il numero uno degli smartwatch, e lo fa guadagnando una funzione che paradossalmente Wear OS aveva già: un store di app dedicato, che lo rende così del tutto indipendente dall’iPhone. Grazie a watchOS 6, le app per Apple Watch saranno infatti autonome, senza bisogno di un’analoga versione per iOS, e le potrete ricercare ed installare direttamente dallo smartwatch. Non c’è insomma più bisogno di avere un iPhone per usare un Apple Watch.

Tra le novità minori abbiamo, ovviamente, tante nuove watch face: California Dial, Modular Compact, Gradient, e tante altre. Tra le nuove complicazioni invece è stata data particolare enfasi a quella dedicata al rilevamento del rumore. Nel caso foste esposti ad un suono troppo forte, sarà Apple Watch ad avvertirvi se e quanto l’esposizione prolungata potrebbe danneggiare il vostro udito. Sarebbe interessante testare questa funzione in discoteca – ma questo non l’ha detto Apple.

Tra le altre funzioni dedicate a salute e fitness abbiamo i nuovi activity trend, che vi dicono quanto state migliorando nel corso del tempo, incoraggiandovi nel caso di un incremento e motivandovi nel caso di un calo. Non mancano poi highlight e preferiti, per tenere a portata di mano tutti i vostri record. Inoltre, per il pubblico femminile, abbiamo anche il tracciamento del ciclo mestruale, che è stato introdotto anche su iPhone.

Abbiamo poi il supporto agli audiolibri, che potrete controllare facilmente direttamente dallo smartwatch, ai memo vocali ed alla calcolatrice. Il riconoscimento delle canzoni è inoltre integrato nell’orologio, grazie a Shazam, rendendo una volta di più il nuovo watchOS un sistema autonomo. Infine segnaliamo anche una curiosità: allo scoccare di una nuova ora, il vostro orologio vibra e fa il verso di un pappagallo. Ovviamente solo se volete.

Le nuove streaming API permettono alle app pensate per Apple Watch di includere live audio feed, ad esempio la diretta di un evento sportivo, di una trasmissione, ed in generale di tutti gli eventi compatibili. Il prossimo WWDC, molto probabilmente, lo potrete ascoltare direttamente dal vostro Apple Watch.

Ed ovviamente ci sono nuove varianti cromatiche per Apple Watch, che trovate illustrate qui sotto, e che arriveranno a breve nel negozio virtuale di Apple, e non solo.