Le app per iOS funzionano anche su macOS con Apple Catalyst

Emanuele Cisotti

Non era un progetto segreto: l’arrivo della app iOS su macOS era già stato annunciato un anno fa all’evento per sviluppatori del 2018. Ma è durante il WWDC 2019 che l’arrivo delle app mobile su desktop è diventato più concreto. Il progetto (conosciuto fino da oggi come Marzipan) è quello di Apple Catalyst. Questo darà la possibilità, a partire da oggi, di portare le applicazioni già sviluppate per iOS (o sarebbe meglio dire per iPadOS) su macOS.

Questo sarà possibile con uno sforzo minimo e darà la possibilità di allargare a dismisura il numero di applicazioni disponibili nel Mac App Store e rendere ancora più fruibili tantissimi servizi spesso pensati solo per dispositivi touchscreen. Sul palco del WWDC 2019 si è parlato del porting di una delle app di Atlassian, così come si è parlato del ritorno di Twitter con la sua app e anche di gaming con Asphalt 9 di Gameloft.

Gli sviluppatori avranno tutta l’estate per “giocare” con Catalyst ed essere così pronti in autunno per l’arrivo di macOS Catalina. Questo attesissimo annuncio è una delle novità più grandi dell’evento per gli sviluppatori di Apple e dona nuova vita sia al mondo tablet che a quello desktop/notebook, che potranno così godere di un parco app impressionante, colpendo Microsoft e il suo store desktop scarno e poco attrattivo.

Foto TechCrunch

  • Ciaoiphone4

    Ciao Ciso, ti chiedo se farai un editoriale in merito alla WWDC come hai fatto ancora alcune volte negli anni passati. Te lo chiedo perchè mi piace come li impostate e leggere i vostri pareri.
    Ieri ho guardato la WWDC in diretta con te per ascoltare anche le tue impressioni. Siete sempre ottimi!
    p.s.: scusa ancora se ti avevo attaccato nell’articolo in merito alla luna del P30 Pro.